Perché Amazon è stata scelta dalla Banca centrale europea per sviluppare il suo euro digitale

Amazon, la multinazionale americana di tecnologia, è stata scelta dalla Banca centrale europea (BCE) insieme ad altre quattro società per fornire assistenza nello sviluppo di interfacce utente destinate all'euro digitale.

Considerata una delle forze economiche e culturali più influenti al mondo, Amazon aiuterà a creare interfacce incentrate sui pagamenti e-commerce.

La BCE ha anche stretto una partnership con Caixabank e Wordline, che si occuperanno entrambe di pagamenti online peer-to-peer. Nel frattempo, Nexi ed EPI hanno il compito di concentrarsi sui pagamenti al punto vendita avviati dal pagatore.

Immagine: Reuters Amazon responsabile dell'interfaccia e-commerce

La BCE ha sottolineato che l'esercizio di prototipazione che hanno impiegato mira a determinare quanto bene la tecnologia digitale dell'euro si integrerà con i prototipi sviluppati dall'azienda.

Tutte e cinque le società sono state selezionate da un pool composto da 54 fornitori di servizi, con la BCE che ha scelto la migliore corrispondenza per una specifica capacità.

L'istituto finanziario ha affermato che questo passaggio è parte integrante della "fase di indagine" di due anni in corso per il progetto di valuta digitale che dovrebbe entrare in vigore nel primo trimestre del 2023 quando dovrebbero anche pubblicare i propri risultati.

La BCE ha spiegato che nell'ambito dell'esercizio verranno avviate transazioni simulate utilizzando prototipi front-end sviluppati da Amazon e dalle altre quattro società. Queste transazioni saranno elaborate nell'interfaccia e nell'infrastruttura di back-end di EuroSystem.

La banca centrale ha chiarito che i prototipi coinvolti in questo esercizio con Amazon non saranno più utilizzati per le prossime fasi del progetto Euro digitale.

BCE seria sull'euro digitale

Nel giugno dello scorso anno, la BCE ha dato il via al suo progetto Euro digitale. Pochi mesi dopo, è stata avviata una fase di valutazione di due anni incentrata sulla valuta digitale della banca centrale al dettaglio (CBDC), con la Commissione europea che ha rivelato i piani per l'introduzione di una banconota in euro digitale nel 2023 subito dopo.

Con i suoi funzionari che suggeriscono la possibilità di un lancio dell'euro digitale nei prossimi anni, la BCE potrebbe finire per essere una delle prime banche centrali ad economia avanzata ad avere ed emettere una versione digitale della sua valuta fiat.

La BCE è nota per la sua reticenza nel condividere i dettagli delle sue scoperte relative all'euro digitale, sebbene abbia rivelato alcune informazioni vaghe come l'anno target di lancio del progetto.

Christine Lagarde, presidente della BCE, ha dichiarato a febbraio che un euro digitale non sostituirà il contante, ma lo integrerà.

Capitalizzazione di mercato totale di Crypto a $ 925 miliardi sul grafico giornaliero | Fonte: TradingView.com Immagine in evidenza da Shutterstock, Grafico: TradingView.com

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto