Lo sciopero porta pagamenti di rimesse basati su Lightning in Africa

La piattaforma di pagamenti Bitcoin Strike si è ora estesa all'Africa, consentendo rimesse istantanee ea basso costo nel continente sfruttando la sua nuova funzione "Invia globalmente".

Lo strumento, disponibile per tutti gli utenti di American Strike, offrirà una copertura iniziale a Nigeria, Kenya e Ghana.

Portare Bitcoin in Africa

Come annunciato martedì da Strike, la funzionalità è stata lanciata in collaborazione con la società africana di Bitcoin Bitnob. All'interno dell'app, gli utenti Strike con sede negli Stati Uniti possono inviare immediatamente denaro a un destinatario africano, dove i fondi verranno convertiti nella loro valuta locale pertinente e depositati nella loro banca, denaro mobile o conto Bitnob.

Strike afferma che questa funzione migliorerà la facilità dei pagamenti in Africa, dove i servizi bancari sono estremamente limitati e le opzioni di pagamento transfrontaliere sono poche e lontane tra loro. Il CEO di Strike, Jack Mallers, ha indicato in particolare le commissioni elevate e le interruzioni del servizio da parte dei fornitori di servizi di pagamento in carica come vantaggio principale.

"Commissioni elevate, regolamento lento e mancanza di innovazione nei pagamenti transfrontalieri hanno avuto un impatto negativo sul mondo in via di sviluppo", ha affermato Mallers. "Strike offre alle persone l'opportunità di trasferire i loro dollari USA facilmente e istantaneamente attraverso i confini".

Il CEO di Bitnob, Bernard Parah, ha aggiunto che l'applicazione aiuterà le istituzioni finanziarie a reperire liquidità in USD più facilmente. “L'attuale sistema finanziario non è impostato in modo da garantire pari accesso a persone e istituzioni africane”, ha affermato.

L'Africa è nota per essere un leader mondiale nell'adozione di Bitcoin e criptovalute, dati i limiti del sistema finanziario legacy in tutto il continente. Uno studio KuCoin pubblicato ad aprile ha rilevato che le criptovalute avevano già raggiunto il 35% di adozione in Nigeria, con oltre 17 milioni di persone che hanno investito più della metà della loro ricchezza nell'asset class.

A giugno, un gruppo di attivisti per i diritti umani, tra cui Yeonmi Park, ha presentato una petizione al congresso sull'importanza di Bitcoin e criptovalute nel mondo sottosviluppato. Questi paesi, ha affermato, affrontano problemi come il colonialismo monetario, il congelamento delle banche e le tasse di rimessa di sfruttamento.

Uno dei firmatari della lettera, Alex Gladstein, ha nuovamente promosso Bitcoin martedì dopo che la Banca centrale d'Africa ha annunciato che i prelievi di contanti presso gli sportelli automatici sarebbero stati ulteriormente ridotti a soli ₦ 20.000 al giorno nel gennaio 2023, l'equivalente di $ 45,00 USD.

Sciopero e il mondo in via di sviluppo

A parte gli Stati Uniti, Strike si concentra sull'offerta di servizi finanziari ai membri del sud del mondo che sembrano averne più bisogno. Questi includono nazioni dipendenti dalle rimesse come El Salvador e ambienti altamente inflazionistici come l'Argentina .

L'azienda si concentra sull'utilizzo della rete Lightning, la soluzione di ridimensionamento off-chain di Bitcoin, per fornire pagamenti globali istantanei sia per Bitcoin che per valute fiat.

Il post Strike Brings Lightning-Based Remittance Payments in Africa è apparso per la prima volta su CryptoPotato .

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto