Il prestatore di criptovalute Nexo uscirà dal mercato statunitense a causa di “regolamenti poco chiari”

Il prestatore di criptovalute Nexo uscirà dal mercato statunitense a causa di "regolamenti poco chiari"

La piattaforma di prestito e prestito di criptovalute Nexo ha annunciato che ritirerà i suoi prodotti dagli Stati Uniti nei "prossimi mesi" a causa delle sfide normative. L'annuncio è stato fatto attraverso il sito web della società il 5 dicembre.

"La nostra decisione arriva dopo più di 18 mesi di dialogo in buona fede con le autorità di regolamentazione statali e federali degli Stati Uniti, che è giunto a un punto morto", si legge nella dichiarazione. "Nonostante le posizioni incoerenti e mutevoli tra le autorità di regolamentazione statali e federali, Nexo si è impegnata in un significativo sforzo continuo per fornire in modo proattivo le informazioni richieste e modificare la propria attività in risposta alle loro preoccupazioni", ha aggiunto.

La società ha affermato di essere stata costretta a uscire da alcuni stati degli Stati Uniti per conformarsi alle autorità di regolamentazione. "Durante il 2021 e il 2022, abbiamo escluso i clienti da New York e dal Vermont e sospeso le nuove registrazioni per tutti i clienti statunitensi per il nostro prodotto Earn Interest", ha osservato.

Secondo la società, il prodotto Earn Interest non sarà più disponibile per i clienti esistenti in Indiana, Maryland, Kentucky, Oklahoma, Wisconsin, California, Washington e South Carolina dal 6 dicembre 2022. Tuttavia, Nexo ha assicurato agli utenti che stava procedendo con l'elaborazione istantanea dei prelievi.

Sorgono preoccupazioni sulla sostenibilità dei conti ad alto rendimento di Nexo

Nexo è stata presa di mira a novembre quando gli utenti hanno messo in dubbio il modo in cui la società ha offerto fino al 10% nel suo prodotto ad alto rendimento in un mercato ribassista dopo il crollo di FTX. L'analista di mercato Dylan LeClair ha commentato su Twitter: "Chiediti come Nexo sta pagando il 10% sulle stablecoin mentre i rendimenti DeFi sono dell'1% e i titoli del Tesoro USA a breve durata sono del 4,5%".

I co-fondatori dell'azienda, Antoni Trenchev e Kalin Metodiev, hanno difeso la loro azienda, affermando che la piattaforma è solvibile. Metodiev ha dichiarato: "l'insolvenza, il fallimento, non sono da nessuna parte nella realtà di Nexo, e noi crediamo, speriamo, aspiriamo", mentre lavoriamo duramente per offrire un futuro forte e sostenibile agli utenti".

I commenti erano in risposta a un ordine di cessazione e cessazione contro il prestatore di asset digitali dal Dipartimento della protezione finanziaria della California il 26 settembre. Il regolatore ha accusato l'azienda di 4 anni di "offrire e vendere titoli senza previa qualificazione, in violazione di Sezione 25110 del codice delle corporazioni della California.

L'annuncio arriva in mezzo alla volatilità del mercato che ha costretto i rivali di Nexo, tra cui BlockFi, Voyager Digital, Celsius e Three Arrows Capital, a chiudere gli affari. Il crollo degli scambi di derivati ​​crittografici FTX ha anche spinto i regolatori a imporre una maggiore conformità nello spazio.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto