Le vittime di BitConnect possono recuperare parte dei loro soldi

Le vittime di BitConnect possono recuperare parte dei loro soldi

Le vittime del famigerato schema BitConnect Ponzi potrebbero finalmente vedere una qualche forma di restituzione, a seguito di una recente sentenza in un tribunale della California.

Il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale della California ha stabilito che circa 800 vittime del programma riceveranno 17 milioni di dollari di restituzione.

La storia dietro BitConnect

BitConnect era una piattaforma di prestito di criptovalute che prometteva agli investitori rendimenti garantiti attraverso il suo "BitConnect Trading Bot" proprietario e il "Volatility Software". La piattaforma ha funzionato dal 2016 al 2018 e, al suo apice, aveva una capitalizzazione di mercato di oltre $ 2 miliardi. Tuttavia, si è rivelato essere uno schema Ponzi, in cui i rendimenti venivano pagati agli investitori precedenti utilizzando denaro di nuovi investitori.

Nel gennaio 2018, il Texas State Securities Board ha emesso un ordine di cessazione e desistenza di emergenza contro BitConnect, sostenendo che stava promuovendo uno "schema Ponzi" per i residenti del Texas. La Divisione Titoli del Segretario di Stato della Carolina del Nord ha emesso un ordine simile pochi giorni dopo. Poco dopo, la piattaforma ha chiuso i battenti, lasciando migliaia di investitori senza soldi.

Nel settembre 2021, Glenn Arcaro, un promotore di BitConnect con sede negli Stati Uniti, si è dichiarato colpevole di cospirazione per commettere frodi via cavo. Un anno dopo è stato condannato a 38 mesi di carcere.

Nel novembre 2021, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha annunciato che avrebbe venduto 56 milioni di dollari di criptovaluta sequestrata ad Arcaro per risarcire le vittime della frode. Inoltre, nel febbraio 2022, il DOJ ha rivelato un atto d'accusa contro il fondatore del progetto Satish Kumbhani, che è ancora latitante, accusandolo di aver ottenuto circa 2,4 miliardi di dollari da investitori in uno schema Ponzi. Il governo sta accusando Kumbhani di cospirazione per commettere frode telematica, cospirazione per commettere manipolazione dei prezzi delle materie prime, gestione di un'attività di trasmissione di denaro senza licenza e cospirazione per commettere riciclaggio internazionale di denaro.

Nel 2020 il tribunale ha stabilito che le 800 vittime del regime hanno diritto a risarcimenti di 17 milioni di dollari, non è ancora chiaro se i risarcimenti saranno pagati dal fondo raccolto dalla vendita dei beni sequestrati o da altre fonti.

Fai attenzione a Crypto Ponzi

Il caso BitConnect serve a ricordare i rischi associati agli investimenti in criptovalute non regolamentate e non provate e sottolinea l'importanza della due diligence quando si considerano tali investimenti. È anche un avvertimento che è importante essere cauti nei confronti di qualsiasi opportunità di investimento che prometta rendimenti garantiti, specialmente quando utilizza una tecnologia complessa o difficile da capire come punto vendita.

BitConnect si era commercializzato come una piattaforma di prestito di criptovaluta legittima, promettendo agli investitori rendimenti garantiti attraverso la sua tecnologia proprietaria, tra cui "Bitconnect Trading Bot" e "Volatility Software". Tuttavia, è stato rivelato che la piattaforma funzionava come un classico schema Ponzi, utilizzando i fondi dei nuovi investitori per pagare i ritorni agli investitori precedenti.

Il promotore del programma, Glenn Arcaro, si è dichiarato colpevole di associazione a delinquere finalizzata a commettere frode telematica nel settembre 2021 ed è stato successivamente condannato a 38 mesi di carcere. Nel novembre 2021, il Dipartimento di Giustizia ha annunciato che avrebbe venduto 56 milioni di dollari di criptovaluta sequestrata per risarcire le vittime della frode.

Anche il fondatore di BitConnect, Satish Kumbhani, è stato incriminato dal DOJ nel febbraio 2022, per il suo presunto ruolo nell'ottenere 2,4 miliardi di dollari dagli investitori attraverso lo schema Ponzi. Kumbhani è attualmente latitante ed è accusato di cospirazione per commettere frode telematica, manipolazione dei prezzi delle merci, gestione di un'attività di trasmissione di denaro senza licenza e riciclaggio di denaro internazionale.

Il post BitConnect Victims May Get Some of Their Money Back è apparso per la prima volta su BeInCrypto .

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto