Demirors di CoinShares prevede una tempesta ribassista da mordere le unghie in arrivo per Bitcoin, Ether, Cardano, Solana

Demirors di CoinShares prevede una stagione ribassista da mordere le unghie in vista di Bitcoin, Ether, Cardano e Solana

Meltem Demirors, Chief Strategy Officer di CoinShares, ha previsto un inverno più lungo del previsto per Bitcoin , Ether, Cardano, Solana, Polkadot e altre criptovalute, anche se i mercati faticano a trovare un atterraggio morbido.

Parlando alla CNBC lunedì, Demirors ha affermato che il mercato delle criptovalute era ancora lontano da un'inflessione, osservando che gli indicatori macroeconomici in corso potrebbero spingere Bitcoin in una lunga zona morta.

Per noi di CoinShares l'idea è che rimarremo dove siamo per un po'. Non ci sono catalizzatori al rialzo a breve termine. Dobbiamo ancora vedere bitcoin in recessione", ha detto Meltem a "Squawk Box" Andrew Ross. "Sicuramente aspettarsi più dolore per i titoli tecnologici, la crescita e anche le criptovalute".

Secondo lei, nonostante il mercato delle criptovalute abbia perso oltre la metà dei suoi interi guadagni, c'erano ancora molte attività fuori catena come i contratti OTC, che potrebbero innescare una capitolazione finale prima che Bitcoin trovi un minimo.

“Ovviamente abbiamo avuto molte liquidazioni che hanno avuto un impatto enorme sul mercato: stiamo parlando di 10, 20 30 miliardi di dollari che sono praticamente evaporati dall'oggi al domani e non ne abbiamo ancora visto l'impatto completo perché la maggior parte delle società in questo l'industria non è quotata pubblicamente", ha proseguito.

Nell'ultima metà del 2022, le criptovalute hanno subito un doloroso abbattimento con la capitalizzazione di mercato globale delle criptovalute che è scesa a meno di $ 1 trilione dal picco di novembre di $ 3 trilioni. Bitcoin ha perso oltre il 70% del suo valore da quando ha raggiunto il massimo storico con alcune criptovalute in calo fino all'85%. La serie di sconfitte iniziata lo scorso novembre è stata aggravata da varie dinamiche tra cui la guerra russo-ucraina, l'implosione di TerraUSD e la massiccia crisi di liquidità che ha colpito le società di prestito DeFi il mese scorso.

Nel frattempo, Bitcoin continua a essere scambiato di fronte all'indice del dollaro (DXY), che ora ha raggiunto il massimo da 20 anni con l'inflazione in aumento. Storicamente, questo è stato un brutto segno per Bitcoin. Tuttavia, secondo Mike McGlone, Senior Commodity Strategist di Bloomberg, "la Federal Reserve potrebbe subire una deflazione", bloccando l'ascesa del DXY e spingendo Bitcoin al rialzo.

La scorsa settimana l'esperto ha condiviso il Bloomberg Galaxy Crypto Index che, secondo lui, "si avvicinava a un drawdown simile al minimo del 2018", segnalando una possibile inversione di tendenza per BTC. " Bitcoin potrebbe essere uno dei più grandi mercati rialzisti della storia a un prezzo relativamente scontato per iniziare 2H" , aveva dichiarato in un tweet prima di aggiungere: " Il nostro pregiudizio è che è più probabile che l'adozione di Bitcoin continui a crescere".

Al momento della scrittura, Bitcoin viene scambiato a $ 19.878 dopo un calo del 3% nell'ultimo giorno.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto