Trapelati dati finanziari BlockFi non censurati, quasi la metà di tutti i beni legati al gruppo FTX

BlockFi, già scosso dalla precedente esposizione a 3AC, è stato costretto a presentare istanza di fallimento secondo il Capitolo 11 poco dopo il fallimento del gruppo FTX, portando con sé un numero considerevole di società legate alle criptovalute.

Il rapporto del gruppo FTX con BlockFi era duplice: da un lato, l'exchange aveva precedentemente esteso una linea di credito a BlockFi, che all'epoca si stava riprendendo dal crollo di 3AC. D'altra parte, il prestatore di criptovalute aveva alcuni dei suoi asset sulla piattaforma FTX e ha prestato denaro ad Alameda Research. Messi insieme, questi importi superano sostanzialmente l'importo che FTX avrebbe potuto prestare a BlockFi.

Oltre $ 1,2 miliardi legati alle società di SBF

A causa della recente ripresa di Bitcoin, il valore dei prestiti e delle partecipazioni di BlockFi con il gruppo FTX è aumentato rispetto al valore dichiarato nella dichiarazione di fallimento originale. Secondo il rapporto trapelato, un totale di 415,9 milioni di dollari di asset BlockFi è attualmente congelato nei conti di FTX.

Un ulteriore valore di $ 831,3 milioni di beni ora congelati è stato prestato ad Alameda, per un totale di $ 1,2 miliardi a cui BlockFi non può accedere per rendere interi i creditori, come riportato da CNBC.

Inoltre, l'istituto di credito ha anche intentato una causa contro Emergent Fidelity Technologies Ltd, la società di SBF costituita per detenere le sue azioni in Robinhood. Parte di queste azioni sarebbero state poste in garanzia per alcuni dei beni di BlockFi prestati al gruppo FTX, le stesse azioni che SBF sta cercando di vendere per finanziare la sua difesa legale a scapito dei creditori di FTX.

Il documento trapelato rivela informazioni sulle partecipazioni degli utenti

Il documento trapelato, che è stato messo insieme da M3 Partners a scopo dimostrativo, originariamente doveva essere censurato prima di essere presentato al pubblico. Per fortuna, il documento non rivela informazioni personali sugli utenti BlockFi.

Tuttavia, rivela importanti informazioni a volo d'uccello sui depositi dei creditori, indicando che BlockFi aveva 662.427 clienti quando fallì.

Il 73% dei conti deteneva attività per un valore massimo di $ 1.000, con un ulteriore 20% tra $ 1.000 e $ 10.000. Circa l'1% dei clienti aveva partecipazioni comprese tra $ 50.000 e $ 250.000 e meno dell'1% dei clienti BlockFi deteneva $ 250.000 o più nei propri conti.

Il rapporto trapelato fornisce anche dati su volumi di trading cumulativi, saldi e attività, fortunatamente senza rivelare l'identità dei singoli utenti, sebbene queste informazioni potrebbero essere ipotizzate per i livelli più alti, con uno sforzo sufficiente.

Le procedure fallimentari di BlockFi continuano a rallentare, con l'obiettivo finale di mantenere a galla la piattaforma e alla fine tornare più forte, se possibile.

Il post Trapelati dati finanziari BlockFi non censurati, quasi la metà di tutti i beni legati al gruppo FTX è apparso per primo su CryptoPotato .

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto