L’IFSC dovrebbe accettare le criptovalute per rilanciare l’economia – Presidente Srinivas

• Il politico indiano ritiene che le criptovalute andranno a beneficio dell'economia del paese.
• Il presidente dell'IFSC ritiene che dovrebbero essere utilizzati token meno rischiosi.

L'agenzia IFSC nel Gujarat, il quartiere degli affari dell'India, ha recentemente affermato di poter fare buon uso delle criptovalute, sia per i pagamenti che per il trading. L'agenzia che fornisce servizi alle imprese in India ritiene di poter utilizzare le criptovalute meno volatili per aiutare la sua economia. Tuttavia, questo va contro ciò che dicono i regolatori.

Il presidente della piazza finanziaria ritiene che sia impossibile rifuggire dalle criptovalute, quindi dovrebbero essere prese misure per trarne vantaggio. Tuttavia, il capo dell'agenzia rispetta le opinioni del regolatore.

Il presidente dell'IFSC discute le criptovalute

IFSC

Injeti Srinivas, presidente dell'IFSC, ha preso una posizione chiara sul mercato delle criptovalute. Srinivas ritiene che sia importante distinguere tra criptovalute come asset virtuale, criptovalute come moneta a corso legale e criptovalute come supporto per l'area tecnologica. In questo modo, l'utilizzo dei token potrebbe essere scelto senza correre rischi.

L'obiettivo di Srinivas è creare uno schema che supporti le criptovalute ma evita tutti i rischi del mercato decentralizzato. Tuttavia, il politico indiano deve determinare la rotta giusta e come verranno seguiti gli investitori per completare questo obiettivo.

Srinivas era un membro del servizio amministrativo indiano, il che dimostra che anche il mercato delle criptovalute presenta degli svantaggi. Il politico afferma che le criptovalute decentralizzate hanno un valore volatile. Non hanno sostenibilità, il che mette in dubbio che abbiano un sostegno reale.

L'India rivisita i problemi delle criptovalute

L'India è tra i primi paesi dell'Asia meridionale che parlano di più di criptovalute, sia per quanto riguarda le speculazioni sulla loro adozione che per l' imminente regolamentazione . Ma l'IFSC non aveva mai rilasciato una dichiarazione ufficiale sul mercato delle criptovalute e se fosse possibile utilizzarlo a proprio vantaggio. Con Srinivas che subentra all'agenzia finanziaria indiana, potrebbe essere possibile utilizzare i token meno volatili.

Questo elenco di criptovalute meno rischiose, secondo l'IFSC, potrebbe includere USDT o BUSD. Tuttavia, ci sono anche speculazioni sull'utilizzo di una delle dieci criptovalute più popolari sul mercato. Finora, tutte le opinioni sono speculative, ma il politico indiano annuncerà i progressi ad un certo punto.

Injeti Srinivas ha chiuso la sua dichiarazione dicendo che forse l'India supera i poteri fiscali di Singapore o Dubai dopo aver utilizzato le criptovalute. Ma se è possibile batterli nella sostenibilità se usano il mercato delle criptovalute a loro vantaggio. Tuttavia, è un lavoro che richiede studio in modo che l'Asia possa utilizzare correttamente le criptovalute.

Mentre tutto ciò accade, il mercato delle criptovalute si sta riprendendo da una serie ribassista, portando Bitcoin a scambiare a $ 48.920 con un aumento dello 0,78 percento nelle ultime 24 ore.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto