Terra Boss Do Kwon dice che non è “in fuga” mentre le domande su dove si trova infuriano

Il crollo di LUNA è destinato a peggiorare dopo la scioccante partenza del team legale di Terraform Labs

Do Kwon, l'uomo dietro il fallito progetto Terra, è ricercato dalle autorità della Corea del Sud e non è a Singapore come inizialmente ipotizzato. Kwon, tuttavia, ha affermato che non si stava nascondendo su Twitter sabato.

Do Kwon scompare

Giorni fa, le autorità sudcoreane hanno emesso un mandato d'arresto per Do Kwon e altre cinque persone, con l'accusa di aver violato la legge coreana sui mercati dei capitali. Il ministero degli Affari esteri del paese ha quindi cercato di invalidare i passaporti di Kwon e dei suoi soci.

Le autorità che stavano conducendo una caccia all'uomo per Kwon pensavano che vivesse a Singapore, ma sabato la polizia di Singapore ha confermato che non si trovava nel paese.

Ora, il co-fondatore caduto in disgrazia degli ormai defunti Terraform Labs si sta difendendo su Twitter.

"Non sono "in fuga" o qualcosa di simile – per qualsiasi agenzia governativa che ha mostrato interesse a comunicare, siamo in piena cooperazione e non abbiamo nulla da nascondere", ha detto , aggiungendo che lui e Terraform Labs hanno si sono mantenuti a "un livello di integrità estremamente alto" mentre respingevano molteplici cause legali in diverse giurisdizioni.

Kwon, nello stesso thread di Twitter, ha detto a Crypto Twitter: "Non hai motivo di conoscere le mie coordinate GPS".

Secondo un aggiornamento di una casa di stampa coreana in seguito ai tweet di Kwon, le autorità locali hanno confutato le sue affermazioni. Secondo quanto riferito, l'accusa ha stabilito che "è chiaro che è scappato". Il rapporto ha ricordato come Kwon abbia sciolto la filiale coreana di Terraform Labs alla fine di aprile, poco prima del crollo sbalorditivo dell'ecosistema Terra, una situazione che Kwon ha sostenuto fosse solo una coincidenza.

Kwon potrebbe andare in prigione?

L'esplosione di Terra passerà ai libri di storia come una delle più grandi catastrofi delle criptovalute, il cui contagio si fa ancora sentire. Quattro mesi dopo, diverse importanti società di prestito di criptovalute, tra cui Voyager Digital, Three Arrows Capital e Celsius, sono fallite.

L'entità del crollo, insieme agli affari opachi che circondano le azioni per salvare la stablecoin algoritmica UST e il suo token associato LUNA, significa che le forze dell'ordine stanno conducendo serie indagini.

Kwon potrebbe finire in manette è qualcosa che il criptoville ha dibattuto dalla debacle della Terra a maggio. La US Securities and Exchange Commission (SEC) sta attualmente esaminando se Kwon e la sua azienda Terraform Labs abbiano violato le regole federali sulla protezione degli investitori con la commercializzazione di UST.

Spetta ovviamente alle autorità degli Stati Uniti e della Corea del Sud, nativa di Kwon, decidere se mandarlo in prigione. Anche se potrebbe essere abbastanza fortunato da evitare una condanna penale per frode, il capo Terra ha già subito gravi danni alla sua reputazione principalmente a causa della sua condotta prima della morte di Terra.

Kwon è noto per aver promosso un progetto crittografico che era intrinsecamente viziato da così tanta passione e si è scagliato contro i critici con vetriolo e pomposità: "Non discuto sui poveri" è una delle sue risposte più famigerate.

L'amministratore delegato che parla di spazzatura merita di essere messo in una cella di prigione? Molti osservatori di criptovalute, così come gli investitori che hanno perso denaro durante il crollo di Terra, saranno senza dubbio d'accordo sul fatto che Kwon otterrà ciò che gli sta succedendo.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto