Saylor di MicroStrategy afferma che XRP è una sicurezza, pubblicizzando Bitcoin come l’unica merce crittografica

Saylor di MicroStrategy afferma che XRP è una sicurezza, pubblicizzando Bitcoin come l'unica merce crittografica

Michael Saylor ha affermato che XRP è un titolo, osservando che la criptovaluta rientra nella giurisdizione della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti. L'autodichiarato Bitcoin HODLer ha espresso opinioni forti quando ha parlato al podcast PBD martedì scorso.

" XRP è un titolo non registrato", ha detto Saylor quando gli è stato chiesto dei suoi pensieri sulla criptovaluta sotto attacco. “È abbastanza ovvio. C'è una compagnia. L'azienda ne possiede un sacco, lo vendono al pubblico in generale, ma non l'hanno mai reso pubblico, non ci sono rivelazioni. Quindi la posizione della SEC è che stai vendendo un titolo non registrato", ha aggiunto.

Saylor ha continuato a sostenere che, ad eccezione di Bitcoin, che non aveva un creatore noto, tutte le altre criptovalute soddisfacevano la soglia di un contratto di investimento. Secondo lo US Securities Act, un contratto di investimento è descritto come un investimento di denaro in un'impresa comune che fa affidamento sugli sforzi di altri e si aspetta un profitto.

A parte il bitcoin, “ tutti questi altri token sono titoli non registrati. Sono tutti solo token azionari emessi da una società per andare in giro a diventare pubblici e stanno commettendo frodi sui titoli ", ha aggiunto Saylor.

L'ex CEO della società di business intelligence MicroStrategy ha continuato a caricare Ethereum, osservando che si trattava ugualmente di una sicurezza, nonostante le precedenti dichiarazioni della CFTC secondo cui si trattava di una merce .

“Sai che Ethereum ha $ 20 miliardi di token Ether bloccati nel contratto di staking in questo momento e ci sono un paio di persone che potrebbero o meno restituirtelo ogni volta. Ora, non è questa la definizione di un contratto di investimento?" chiese.

Secondo lui, non era necessario guardare lontano per concludere. " Se la persona può prendere una decisione, non è più una merce", ha detto, insistendo sul fatto che il fatto che XRP, Ethereum e altre criptovalute avessero aziende e ingegneri per scrivere il codice, li qualificava come titoli.

Ha continuato affermando che la cosa migliore per il mondo sarebbe se la SEC “praticamente chiudesse tutti quei token poiché erano tutti immorali. I commenti di Saylor arrivano proprio mentre la comunità crittografica attende con impazienza la decisione nella causa SEC contro Ripple , che potrebbe avere conseguenze di vasta portata sul settore, secondo gli esperti.

Ad agosto, Saylor è stata presa di mira dopo aver sostenuto che tutti i talenti legittimi lavorano in cima all'ecosistema Bitcoin. L'avvocato pro-Ripple John Deaton ha trovato "assurdo" che Saylor facesse commenti che implicavano che quasi tutto tranne BTC fosse una sicurezza.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto