Riot Blockchain ha estratto il 28% in meno di Bitcoin a luglio a causa delle massicce ondate di calore

Una delle principali società di mining di bitcoin, Riot Blockchain, ha estratto 318 BTC a luglio, con un calo della produzione del 28% rispetto ai dati di giugno. Il motivo principale della ridotta produttività è stato il clima estremamente caldo del mese scorso in Texas.

Ha indotto l'azienda a chiudere alcune delle sue piattaforme minerarie nell'area come misura di emergenza per prevenire un'interruzione della rete elettrica. Di conseguenza, Riot Blockchain ha guadagnato circa 9,5 milioni di dollari in crediti.

Le conseguenze dell'ondata di caldo

Le condizioni meteorologiche estreme del mese scorso in Texas hanno causato numerosi problemi ai residenti dello stato e alle società ivi situate. In effetti, gli esperti hanno stimato che fosse il luglio più caldo della storia di Houston poiché le temperature si aggiravano intorno ai 40 gradi.

Un gruppo di società di mining di criptovalute hanno interrotto le loro operazioni a causa dell'ondata di caldo. Se non lo avessero fatto, i problemi alla rete elettrica statale avrebbero potuto essere più significativi e la popolazione sarebbe rimasta con una fornitura di elettricità instabile durante il mese torrido.

Uno di quei minatori era Riot Blockchain. Un recente aggiornamento ha rivelato che la mossa aveva spinto indietro i livelli di produzione dell'azienda. A luglio ha estratto 318 BTC, che ai prezzi odierni equivalgono a quasi 7,3 milioni di dollari. In confronto, l'entità ha prodotto 421 BTC a giugno.

Vale la pena notare, tuttavia, che il mese scorso Riot ha venduto 275 BTC, generando profitti per circa $ 5,6 milioni (al momento dell'accordo). A giugno si è separato con 300 monete.

Inoltre, il mese scorso l'azienda ha guadagnato circa 9,5 milioni di dollari in crediti a causa del fronte caldo e delle operazioni sospese negli stabilimenti del Texas.

Non molto tempo fa, Riot ha iniziato a trasferire tutti i suoi minatori situati a Massena, New York, in Texas. La transizione è giustificata dal fatto che i regolatori e i legislatori nello "Stato della stella solitaria" hanno mostrato una posizione favorevole alle criptovalute negli ultimi mesi. Allo stesso tempo, i prezzi dell'elettricità sono molto più bassi rispetto ad altre regioni degli Stati Uniti.

La città del Texas che estrae BTC

Parlando dell'ambiente pro-cripto nello stato meridionale, vale la pena menzionare la città di Fort Worth. All'inizio di quest'anno, ha annunciato l'intenzione di diventare la prima città degli Stati Uniti a minare bitcoin.

Il piano delle autorità è di impiegare tre piattaforme minerarie Bitmain Antminer S9 nella missione donata dal Texas Blockchain Council. Il sindaco di Fort Worth, Mattie Parker, ritiene che le risorse digitali giocheranno un ruolo chiave nel futuro della finanza.

Ha apprezzato il contributo, assicurando che la città deciderà se investire denaro reale nell'attività mineraria dopo una valutazione che avverrà più avanti nel 2022.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto