Quanto si diffonde il contagio FTX? Le aziende interessate finora

Il crollo dell'exchange di criptovalute FTX diventerà uno dei momenti più bui nella storia delle criptovalute. La società ha avuto gravi problemi di liquidità a novembre e non ha potuto onorare le richieste di prelievo dei suoi clienti.

Binance, la più grande piattaforma di criptovalute al mondo, era pronta ad acquisire l'exchange ma, dopo l'audit, si è allontanata dall'accordo. FTX non è riuscita a trovare una soluzione e ha presentato istanza di protezione dal fallimento secondo il Capitolo 11, mentre il CEO Sam Bankman-Fried si è dimesso dalla sua posizione.

Ciò ha inviato onde d'urto attraverso l'intero mercato delle criptovalute. I prezzi della maggior parte delle risorse digitali sono crollati, con bitcoin che è sceso sotto i 16.000 dollari.

I timori di contagio affliggono ancora il mercato. Di seguito, diamo uno sguardo ad alcune delle società che sono state colpite dalla caduta di FTX.

Il contagio FTX si sta diffondendo

Liquid Global, una piattaforma crittografica giapponese di proprietà di FTX, ha interrotto i prelievi poco dopo che la sua società madre ha presentato istanza di fallimento. Il primo è diventato vittima di hacker lo scorso anno e ha perso oltre 90 milioni di dollari in valute digitali. Allora, FTX si è assicurata un finanziamento del debito di $ 120 milioni in modo che Liquid Global potesse riprendere i suoi servizi.

Anche la piattaforma di prestito di criptovalute Genesis Global Capital ha sospeso i prelievi, spiegando che un vasto numero di clienti ha iniziato a prelevare i propri beni dall'entità. La "richiesta anomala" indicava che i clienti temevano che il loro investimento potesse risentirne se fosse rimasto nelle mani di un'organizzazione centralizzata.

Anche Multicoin Capital , una società di venture capital di criptovaluta, è stata colpita. I partner di gestione Kyle Samani e Tushar Jain hanno ammesso di aver archiviato "troppe risorse su FTX", riponendo troppa fiducia nella loro relazione. La società ha espresso la speranza di poter recuperare parte della sua distribuzione, ma si è resa conto che questo potrebbe essere un compito impegnativo poiché la maggior parte di loro è avvolta in procedure fallimentari.

BlockFi, una piattaforma di prestito di criptovalute che ha affrontato problemi significativi per tutto il 2022, ha dovuto gettare la spugna dopo gli ultimi eventi. FTX ha precedentemente fornito un prestito di $ 400 milioni all'azienda e si è offerto di acquistarlo per $ 240 milioni. A seguito degli ultimi avvenimenti, BlockFi non è riuscita a riprendere il suo regolare svolgimento delle attività e ha presentato istanza di fallimento.

La lista continua

La holding statale di Singapore di proprietà del governo locale – Temasek – ha investito 210 milioni di dollari in FTX International e 65 milioni di dollari in FTX US. Ha informato che l'investimento si è praticamente ridotto a zero a seguito del decadimento dello scambio.

Tuttavia, il vice primo ministro di Singapore, Lawrence Wong, ha assicurato che la crisi FTX ha avuto un impatto "pochissimo" sull'economia locale poiché la maggior parte delle grandi istituzioni finanziarie non era ancora salita sul carrozzone delle criptovalute.

L'hedge fund Galois Capital ha rivelato che metà del suo capitale era intrappolato nella travagliata borsa. Le fonti stimano che questo importo potrebbe essere di circa $ 100 milioni.

Anche Paradigm, una società di venture capital focalizzata su criptovalute e Web3, è stata "scioccata" dall'incidente. Alcuni rapporti hanno lasciato intendere che aveva investito oltre $ 270 milioni in FTX.

Paradigm ha affermato che questa allocazione rappresenta "una piccola parte" delle loro risorse, mentre Matt Huang (co-fondatore della società) ha dichiarato di provare "profondo rammarico" per essere stato coinvolto con un fondatore e una sede di negoziazione che "non era in linea con le criptovalute valori e che hanno arrecato enormi danni all'ecosistema”.

Il più grande gruppo europeo di investimento e trading di asset digitali, CoinShares, ha rivelato che oltre 30 milioni di dollari, ovvero circa l'11% del suo valore patrimoniale netto totale, erano bloccati su FTX. La società di servizi finanziari crittografici di Mike Novogratz, Galaxy Digital, deteneva un'esposizione per oltre 76 milioni di dollari nei confronti dell'entità in difficoltà.

Nella lista c'è anche il più grande asset manager del mondo, BlackRock. Il CEO Larry Fink ha rivelato che la sua azienda ha investito 24 milioni di dollari in FTX prima della catastrofe di quest'ultima. Ha anche negato di commentare le ragioni dietro l'evento avverso, dicendo che le persone dovrebbero essere a conoscenza dei fatti prima di fare qualsiasi speculazione:

“Sono sicuro che hanno fatto la dovuta diligenza. Potrebbero essere stati ingannati? Avrebbero potuto fare altre cose? Potremmo essere stati ingannati? Certo… ma finché non avremo più fatti, non farò congetture".

Tiger Global Management, l'hedge fund guidato dal miliardario Chase Coleman, ha partecipato numerose volte alle raccolte fondi di FTX. Sebbene l'importo esatto delle perdite rimanga sconosciuto, si potrebbe supporre che Tiger Global abbia subito un duro colpo a causa del crollo.

La piattaforma crittografica Aurus Global ha dovuto affrontare un "problema di liquidità a breve termine" all'inizio di questa settimana. Il suo sottoscrittore istituzionale del credito – M11 Credit – ha assicurato che entrambe le parti hanno unito le forze per limitare i rischi per i clienti.

Il post Quanto è diffuso il contagio FTX? Le aziende interessate finora sono apparse per prime su CryptoPotato .

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto