L’importanza della tokenizzazione nei mercati globali dell’acqua

I quattro bisogni fondamentali di ogni essere umano sono cibo, acqua, vestiti e riparo. Questi bisogni sono essenziali per sostenere la vita umana a livello globale; quindi, la domanda di queste merci è tutto l'anno. Tuttavia, di queste categorie, l'acqua sembra essere la meno regolamentata. Questa mancanza di discrezione e disinvoltura nel garantire una risorsa essenziale per la vita e il sostentamento è una delle cause della scarsità di acqua potabile in molti luoghi del mondo.

L'acqua deve soddisfare determinati standard per diventare sicura da bere. L'acqua potabile pulita dovrebbe essere –

  • Incolore e inodore
  • Trasparente
  • Privo di impurità come i solidi sospesi
  • Dovrebbe contenere minerali e sali sani
  • Privo di microrganismi nocivi

Solo il 3% del corpo idrico totale del mondo è d'acqua dolce e due terzi di esso è bloccato nei ghiacciai ghiacciati e in altre fonti inaccessibili. Oltre i due terzi della popolazione mondiale affronta periodi di scarsità d'acqua per almeno un mese all'anno. Queste situazioni rendono ancora più evidente l'essenza di un sistema affidabile per garantire e fornire questo bene essenziale a livello globale.

Tuttavia, a differenza di altri bisogni umani essenziali, non esiste un sistema regolamentato per garantire e fornire acqua potabile veramente pulita. In effetti, il valore dell'acqua potabile è arbitrario in molti luoghi, condizionato dalle forze locali che influenzano la domanda e l'offerta. Questi sistemi di approvvigionamento idrico frammentati sono inefficienti, con alcune regioni che ottengono un approvvigionamento in eccesso mentre altre devono fare i conti con periodi di scarsità.

Questo ci porta al nostro argomento principale: la tokenizzazione dei mercati idrici globali.

Mercati globali dell'acqua

Finora, è stato impossibile assegnare un valore intrinseco all'acqua e l'arbitrarietà contribuisce alla fornitura e all'accessibilità ineguali di acqua potabile pulita in diverse regioni. L'acqua in luoghi diversi vale quanto le persone sono disposte a pagare e, in luoghi in cui l'offerta è bassa, il prezzo può rapidamente salire alle stelle. Questo problema non è peculiare dei paesi in via di sviluppo, con il Texas che ha anche sperimentato una grave scarsità di acqua potabile solo nei mesi invernali del 2021.

La mancanza di standardizzazione non è l'unica distinzione tra l'acqua e il resto dei bisogni umani fondamentali. L'acqua è considerata una risorsa naturale , mentre le altre no. È difficile sfidare la necessità di un sistema idrico globale una volta stabilito il fatto che l'approvvigionamento idrico è limitato e opera all'interno di un ciclo rigenerativo a livello globale.

Un'idea rivoluzionaria come un mercato globale dell'acqua ha il potenziale per risolvere la discrepanza nella fornitura di acqua potabile a livello globale.

Sistemi idrici globali digitalizzati

I sistemi di approvvigionamento idrico locale operano sulle risorse idriche della regione e alcuni di essi implementano già sistemi digitali. La digitalizzazione dell'acqua è l'integrazione di innovazioni tecnologiche come cloud computing, e-commerce, IoT, Intelligenza Artificiale (AI), Machine Learning (ML), blockchain e tecnologia di contabilità decentralizzata (DLT), ecc., in diversi aspetti della raccolta dell'acqua , stoccaggio e distribuzione.

La motivazione principale per la digitalizzazione è solitamente economica: riduzione dei costi operativi, ottimizzazione delle risorse e massimizzazione dell'allocazione. Tuttavia, i sistemi in silos sono raramente efficaci, specialmente negli ecosistemi acquatici, poiché questi sistemi sono collegati a livello globale.

L'efficacia di un ecosistema globale dipende da diversi intermediari e dall'accesso a queste risorse e dati. Anche questi sistemi sono suscettibili di inefficienze, corruzione, burocrazia, errori umani e manomissioni.

I principi di decentramento, sicurezza e trasparenza offerti dal progetto Water150 offrono un enorme potenziale per ogni partecipante (proprietari di pozzi, consumatori, investitori e altri soggetti interessati) in un ecosistema idrico globale.

Water150 e tokenizzazione nei sistemi idrici globali

La tecnologia blockchain ha influenzato interi settori e la sua applicazione si estende al sistema globale di approvvigionamento idrico. Una nuova soluzione come Water150 ha un potenziale significativo per risolvere la crisi globale dell'acqua potabile.

Water150 fornisce le condizioni necessarie per mantenere un efficiente sistema idrico globale. Loro includono –

  • Regole, norme e standard relativi ai processi e alla qualità dell'acqua
  • Meccanismi di trasparenza e tracciabilità
  • Smart contract che regolano le interazioni tra i partecipanti all'ecosistema

La proposta di tokenizzare l'acqua può sollevare questioni etiche, come l'elevata barriera della conoscenza che rimane un criterio di esclusione dalla partecipazione agli ecosistemi basati su blockchain. Un altro problema potrebbe essere la disponibilità di questa innovazione nelle regioni in cui le attività crittografiche sono legalmente limitate.

Tuttavia, molte risorse che appaiono liberamente in natura sono tokenizzate (ad es. oro, argento, diamanti e altri metalli preziosi). I loro prezzi sono anche distorti dalle forze del libero mercato, cosa che il progetto Water150 mira a prevenire.

C'è anche l'argomento che l'acqua è una risorsa naturale essenziale. Tuttavia, esistono già mercati privati ​​intorno all'approvvigionamento idrico e soffrono di efficienze e prezzi non regolamentati stabiliti dai fornitori.

Vantaggi della tokenizzazione

La missione del progetto Water150 di tokenizzare l'approvvigionamento idrico significa che l'acqua ottiene finalmente un valore intrinseco che si applica a tutto l'ecosistema. Garantisce inoltre che il valore sia isolato dalle violente oscillazioni e oscillazioni dei prezzi causate dalle forze di un mercato completamente capitalista.

Uno standard globale basato su blockchain per la protezione e la distribuzione dell'acqua neutralizzerà la minaccia di un sistema di controllo centrale per l'acqua. Allo stesso tempo, eviterà l'accumulo di risorse idriche e l'aumento dei prezzi perché ogni litro di risorsa idrica disponibile sarà contabilizzato sulla blockchain.

Il progetto mira a garantire un flusso d'acqua di 5,8 miliardi di litri sin dall'inizio e aggiungerne gradualmente di più all'ecosistema per soddisfare le esigenze dell'ecosistema in crescita senza causare scarsità d'acqua o token. Tuttavia, ciò è subordinato al raggiungimento di una copertura 1:1 da acqua a token.

Secondo questo calcolo, ogni token W150 venduto durante il periodo di prevendita potrebbe subire una crescita esponenziale entro il solo primo anno, mentre il prezzo dell'ecosistema si regola per raggiungere una copertura 1:1.

Un altro vantaggio della partecipazione all'ecosistema è il token di caduta annuale. Il token drop (trasferito ai possessori di token su base 1:1 per il token W150 posseduto) rappresenta un ROI che sblocca il diritto all'acqua del rubinetto per il nuovo anno solare. Gli utenti possono scambiare token in eccesso con altri partecipanti all'ecosistema per pagamenti fiat o crittografici.

Infine, mentre il valore intrinseco dell'acqua rimarrà costante una volta raggiunta la copertura 1:1, i possessori di token possono scambiare i loro token in eccesso e scambiarli con fiat o altre criptovalute.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto