Le autorità di regolamentazione finanziaria dovrebbero emanare più leggi per proteggere gli investitori in criptovalute, afferma il CEO FINMA

Gli ultimi sei mesi sono stati una tensione finanziaria per gli investitori in criptovalute. Il mercato sembra peggiorare di giorno in giorno. I regolatori finanziari hanno esacerbato il panico nel mercato delle criptovalute. D'altra parte, alcuni regolatori finanziari stanno assumendo una posizione più positiva e chiedono la protezione dei consumatori nel mercato decentralizzato.

Le autorità di regolamentazione finanziaria sono chiamate a fornire protezione dei consumatori agli investitori in criptovalute

Mercoledì, il principale regolatore di mercato svizzero ha affermato che il trading di criptovalute assomiglia sempre più al mercato azionario statunitense della fine degli anni '20. Inoltre, il funzionario ha chiesto alle autorità di regolamentazione finanziaria di fare di più per proteggere i clienti dalle frodi nel settore a ruota libera.

Il mercato delle criptovalute da 890 miliardi di dollari, governato principalmente da una legislazione ad hoc, è ora l'obiettivo dell'attenzione delle autorità di regolamentazione finanziaria. La comunità delle criptovalute ha dovuto affrontare un periodo di volatilità negli ultimi mesi e sembra che stia peggiorando.

La decisione del prestatore di criptovalute Celsius di fermare i prelievi dei clienti ha sbattuto il mercato: i prezzi stanno crollando e i trader si stanno preparando a ulteriori sofferenze mentre cercano indizi di una ripetizione della catastrofe di Terra del mese scorso. Scava un po' più a fondo, tuttavia, e scoprirai che la situazione ha il potenziale per essere ancora più un pericolo esistenziale di quanto suggeriscono le analisi di mercato.

Le criptovalute sono state spesso oggetto di preoccupazioni da parte delle autorità di regolamentazione finanziaria e dei responsabili politici per il rischio che rappresentano per i consumatori. Per quasi un decennio, c'è stato poco che i regolatori finanziari centralizzati possono fare per salvaguardare gli investitori in criptovalute venduti in un mercato decentralizzato.

Tuttavia, il recente aumento delle frodi crittografiche, delle truffe, dei rug pulls, della manipolazione finanziaria e delle flessioni del mercato ha spinto queste autorità a riconsiderare i loro metodi. La situazione ha indotto le autorità di regolamentazione dei titoli statunitensi a emettere un avvertimento sul pericolo di manipolazione nei mercati delle criptovalute opachi.

C'è molto di più che si può fare. Mi sembrerebbe che gran parte del trading di asset digitali assomigli al mercato azionario statunitense nel 1928, dove tutti i tipi di abuso, pump e dump, ora sono in realtà frequentemente comuni […] Pensiamo anche al potenziale della tecnologia per facilitare la gestione delle grandi quantità di dati e per proteggere i consumatori dal commercio su mercati abusivi.

Urban Angehrn, CEO, Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA)

Dopo una serie di crolli delle principali aziende, i mercati delle criptovalute sono stati in subbuglio nelle ultime settimane. Il mercato delle criptovalute è sceso a circa $ 900 miliardi, in calo rispetto al record di $ 3 trilioni di novembre, con perdite in aumento dopo che il prestatore di criptovalute con sede negli Stati Uniti Celsius Network ha fermato i titolari di conti dei suoi 1,7 milioni di utenti venerdì scorso.

Il prezzo del bitcoin è sceso sotto i 20.000 dollari per la prima volta da dicembre 2020 il 18 giugno. Quest'anno è sceso del 60%, l'inflazione in aumento e i tassi di interesse in aumento spingono gli investitori a cercare rifugio in asset più sicuri. È probabile che le sfide a Celsius peggiorino a causa della pressione normativa statunitense su un settore che già quest'anno sta combattendo altre crisi.

I cani da guardia finanziari si interessano al prestito di criptovalute durante il crollo di Celsius

È un litigio sul futuro del mercato delle criptovalute tra istituzioni finanziarie mondiali in competizione che sono coinvolte in un tiro alla fune sull'opportunità di vietare completamente le criptovalute o salvaguardare i loro cittadini, che ne traggono profitto. Una settimana dopo che Celsius ha dovuto chiudere l'opzione di ritiro per i suoi clienti, la presidente della BCE Christine Lagarde ha espresso il suo sostegno a una maggiore regolamentazione del settore delle criptovalute.

Lunedì, il capo della BCE Christine Lagarde ha tenuto un discorso al Parlamento europeo in cui ha affrontato l'imminente inflazione in Europa e nel mondo, nonché lo staking e il prestito di criptovalute.

Secondo Lagarde, questa tendenza richiede un'ulteriore azione di regolamentazione finanziaria dell'Unione Europea e mondiale. Ha persino coniato il termine "MiCA II" per descrivere il principale pacchetto normativo che si muove attraverso il processo legislativo. Ha anche affermato che ci sono rischi per i consumatori e le imprese quando le società legate al bitcoin non hanno regole o regolamenti esistenti.

MiCA II dovrebbe regolamentare le attività di staking e prestito di criptovalute, che sono decisamente in aumento. Le innovazioni in questi territori inesplorati e inesplorati mettono a rischio i consumatori, dove la mancanza di regolamentazione spesso copre frodi, affermazioni completamente illegittime sulla valutazione e molto spesso speculazioni e rapporti criminali.

Cristina Lagarde

Christine Lagarde è nota per la sua posizione esplicita contro le criptovalute e per le numerose accuse secondo cui le criptovalute "non valgono nulla" e non hanno basi nella realtà. Nel frattempo, la Commissione europea ha annunciato che rilascerà un piano per l'euro digitale entro il 2023. La BCE dovrebbe avere un prototipo entro la fine del 2022, con un potenziale debutto nel 2025.

In altre notizie, i consumatori che cercano un risarcimento per l'ingiustizia crittografica si rivolgono al Consumer Financial Protection Bureau (CFPB) per assistenza. Il Consumer Financial Protection Bureau è un'agenzia federale istituita ai sensi del Dodd-Frank Act del 2010 in risposta agli abusi dannosi di Wall Street contro gli americani medi prima della crisi finanziaria del 2008.

Una delle caratteristiche più interessanti dell'agenzia è che mantiene un database di reclami in cui i consumatori possono presentare i loro reclami e il pubblico in generale e i giornalisti possono sfogliarli su un sito Web pubblico. I giornalisti possono cercare le tendenze che si stanno formando e il pubblico trae vantaggio dall'apprendere i vari tipi di reclami presentati contro una banca con cui potrebbero pensare di fare affari.

Migliaia di denunce sono state presentate contro le criptovalute. Ci sono 1.031 corrispondenze per i reclami Bitcoin a un esame più attento. Inoltre, a partire da ieri, la crittografia aveva 885 possibilità di corrispondenza dei reclami.

Secondo il database dei reclami, uno scambio di criptovalute ha ricevuto molti reclami; Quello era Coinbase, che è diventato pubblico sul Nasdaq con grande successo il 14 aprile 2018. Sono state trovate 3.732 corrispondenze per Coinbase. Inoltre, in cima alla classifica c'è Goldman Sachs, che ha ottenuto 1.193 incontri di denuncia. Risuona l'appello alle autorità di regolamentazione finanziaria per porre rimedio a un sistema economico difettoso.

Il sito Web di Coinbase ha lo slogan "Il futuro del denaro è adesso". Se questo è il caso, l'America è condannata e ogni cittadino presto infilerà i propri soldi sotto il materasso o li seppellirà nel cortile di casa sulla base delle specifiche da far ribollire lo stomaco nelle denunce del CFPB.

I regolatori finanziari di tutto il mondo stanno spingendo per porre fine alle difficoltà del settore delle criptovalute. Solo il tempo dirà se e in che modo il coinvolgimento dei regolatori finanziari andrà a beneficio o danneggerà il settore.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto