La Russia è sempre più vicina al lancio di uno scambio di criptovalute nazionale (rapporto)

Secondo quanto riferito, la camera bassa del parlamento russo, la Duma di Stato, ha iniziato a lavorare su un disegno di legge che potrebbe aiutare la creazione di un "exchange nazionale di criptovalute".

La piattaforma necessita dell'approvazione della banca centrale del paese e del Ministero delle finanze. La Banca di Russia ha precedentemente mostrato la sua posizione negativa sul settore degli asset digitali.

La potenziale mossa crittografica della Russia

Secondo un recente rapporto locale , la Duma di Stato prevede di apportare alcune modifiche alla legislazione esistente "Sulle attività finanziarie digitali" che potrebbero aiutare con l'istituzione di uno "scambio crittografico nazionale in Russia". I legislatori hanno già discusso l'iniziativa con i partecipanti al mercato a metà novembre.

Sergey Altuhov – un membro del Comitato di politica economica della Duma di Stato – ha confermato le voci e ha suggerito che il più grande paese per massa continentale dovrebbe abbracciare il settore degli asset digitali. Tuttavia, il problema principale del settore è la mancanza di regole adeguate, ha aggiunto:

“Non ha senso negare l'esistenza delle criptovalute, il problema è che circolano in un grande flusso al di fuori della regolamentazione statale. Questi sono miliardi di rubli fiscali di entrate fiscali perse per il bilancio federale. “

Anatoly Aksakov – un dirigente della Duma di Stato – ha accennato a giugno che la Russia potrebbe introdurre una piattaforma crittografica basata sugli standard della Borsa di Mosca. Ha anche affermato che una tale sede di negoziazione dovrebbe esistere solo se la banca centrale la monitora attentamente.

"E questa divisione, che lavorerà nell'ambito di un'organizzazione rispettata con grandi tradizioni, abituata a interagire attivamente con la banca centrale, secondo me, affronterà meglio il compito di eseguire operazioni con criptovaluta".

Come riportato da CryptoPotato a settembre, la borsa di Mosca ha redatto un disegno di legge per conto della Banca di Russia che potrebbe consentire il trading di attività finanziarie digitali (DFA).

Il "National Crypto Exchange" ha bisogno di un'approvazione

La copertura ha inoltre rivelato che i rappresentanti del Ministero delle finanze e della banca centrale non hanno partecipato all'incontro tra la Duma di Stato e le parti interessate del mercato.

La camera bassa del parlamento intende preparare un documento e indirizzarlo agli enti perché vengano a conoscenza dell'idea e considerino la loro posizione.

Il ministero delle Finanze e la Banca di Russia devono concordare con la creazione della piattaforma in modo che possa essere attivata. L'istituto bancario ha mostrato numerose volte la sua posizione negativa nei confronti del settore degli asset digitali e ha persino esortato il governo a imporre un divieto totale di tutti gli sforzi di criptovaluta sul territorio russo.

Il ministero non è stato così ostile, suggerendo che l'imposizione di regolamenti è meglio di un divieto in stile cinese.

Il post La Russia è sempre più vicina al lancio di uno scambio nazionale di criptovalute (rapporto) è apparso per la prima volta su CryptoPotato .

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto