Il team di Shiba Inu chiarisce la situazione con CoinMarketCap

Il team dietro il memecoin Shiba Inu ha affermato che CoinMarketCap ha contattato i suoi sviluppatori per risolvere il problema dei tre indirizzi falsi sulla popolare pagina dell'aggregatore di dati.

Mancanza di trasparenza, afferma Shiba Inu

Il team di Shiba ha affermato che la piattaforma di tracciamento ha preso decisioni per conto della moneta in modo centralizzato senza prendere la sua parte in confidenza presentando quegli indirizzi sulla pagina dei token SHIB. Secondo le persone dietro il memecoin, l'incidente mette in evidenza "problemi critici che circondano lo scarso livello di trasparenza e la volontà di lavorare con Shiba Inu".

Il comunicato ha precisato i processi che avrebbero dovuto precedere la decisione di inserire l'indirizzo dello smart contract SHIB:

"Ciò copre la seguente gamma di processi: verifica, riparazione e valutazione delle decisioni orientate al rischio che influiscono sulla pagina del token, all'interno della loro piattaforma di tracciamento, per orientare le modifiche senza preavviso dei processi di verifica".

In precedenza, Shiba Inu ha avvertito i suoi investitori di stare alla larga dai controversi indirizzi degli smart contract SHIB. Ora, ha contestato le argomentazioni di CoinMarketCap secondo cui si trattava di collegamenti incrociati che facilitavano gli investimenti da altre reti: Terra, Binance Smart, Solana e Polygon.

Mancanza di supporto e comunicazione

Shiba Inu in precedenza aveva affermato di aver dovuto affrontare la mancanza di un supporto tempestivo e completo da parte della piattaforma di trading in diverse occasioni.

“Abbiamo cercato di raggiungere più volte, rispettosamente, orientando la nostra attenzione e il nostro approccio professionale nel manierismo di raggiungibilità che CoinMarketCap ha trasmesso come il metodo di comunicazione corretto, attraverso il loro sistema di supporto con ticket. Eppure, ogni volta, la risposta è stata limitata o inesistente", Shiba Inu ha elaborato le sue lamentele contro CoinMarketCap.

In una serie di comunicazioni tese, il team di Shiba Inu si è lamentato del fatto che CoinMarketCap "si è rifiutato di comunicare con il team SHIB sugli aggiornamenti alla pagina dei token e ha consentito volontariamente ad attori malintenzionati di vandalizzare il nostro elenco".

Il caso delle transazioni a catena

Tuttavia, CoinMarketCap aveva un messaggio che accompagnava gli indirizzi controversi che diceva: "Si prega di notare che gli indirizzi di contatto non ETH in questa pagina sono indirizzi wormhole, che sono progettati per facilitare le transazioni cross-chain delle versioni avvolte di questa risorsa".

CoinMarketCap ha cercato di chiarire dicendo che questi indirizzi di contratto non erano risorse dannose ma racchiuse che faciliterebbero le transazioni cross-chain e semplificherebbero l'esperienza dell'utente.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto