Bitcoin è sulla strada dell’irrilevanza, afferma la BCE

Bitcoin è sulla strada dell'irrilevanza, afferma la BCE

La Banca centrale europea ha lanciato una critica senza precedenti di Bitcoin in un articolo sul suo sito web. Ulrich Bindseil e Jürgen Schaff, entrambi della divisione Infrastrutture di mercato e pagamenti della BCE, hanno evidenziato il fallimento di Bitcoin (BTC) nel sostituire o migliorare il sistema monetario.

Secondo il loro blog "Bitcoin's Last Stand" pubblicato mercoledì, Bitcoin non è mai stato utilizzato per transazioni significative nel mondo reale.

Nel loro articolo, affermano che il valore di Bitcoin dipende dal supporto continuo di nuovi investitori. Hanno scritto: "I grandi investitori di Bitcoin hanno gli incentivi più forti per mantenere viva l'euforia". Secondo la coppia, il design concettuale e le carenze tecnologiche di Bitcoin lo rendono inadatto ai pagamenti. Hanno anche affermato che poiché Bitcoin non genera flussi di cassa o dividendi, è anche uno scarso investimento.

I due hanno messo in guardia dall'interpretare la crescente regolamentazione come approvazione. Dire che la classe di lobby crittografica in rapida crescita sta tentando di posizionare le criptovalute solo come un'altra classe di attività degna di far parte dei portafogli degli investitori. Sebbene Bitcoin sia rimasto relativamente stabile dal crollo iniziale di novembre, gli autori affermano che si tratta di "un ultimo sussulto indotto artificialmente prima dell'irrilevanza".

Bindseil e Schaaf hanno concluso il loro articolo criticando la rete Bitcoin proof-of-work ad alta intensità energetica definendola un "inquinatore senza precedenti". Hanno individuato le "montagne di rifiuti hardware" derivanti dal mining di Bitcoin e hanno avvertito le banche dell'enorme "danno alla reputazione" derivante dalla promozione della valuta digitale.

La BCE ha una storia di critiche alle criptovalute

I parlamentari dell'Unione Europea, che ha recentemente finalizzato il testo per il suo regolamento Markets in Crypto Assets (MiCA), hanno espresso dubbi sulla sua efficacia e sulla sua capacità di prevenire future catastrofi. Gli autori del blog hanno anche sottolineato che le autorità federali negli Stati Uniti devono ancora "concordarsi su regole coerenti".

La BCE non è sempre stata favorevole alle criptovalute, e non è la sola. A livello globale, i governi e le autorità di regolamentazione stanno valutando il loro approccio alla criptovaluta in seguito alla scomparsa dell'exchange di criptovalute FTX. Che ha operato in diversi paesi con poca supervisione. Gli sforzi per regolarizzare l'uso delle criptovalute sono aumentati dal mercato rialzista del 2021, che ha visto tassi record di adozione.

Nel 2018, Yves Mersch, membro del comitato esecutivo della BCE fino al 2020, ha appoggiato i commenti di Agustín Carstens, capo della Banca dei Regolamenti Internazionali, che ha definito Bitcoin "una combinazione di una bolla, uno schema Ponzi e un problema ambientale". disastro". Intervenendo successivamente a un evento a Londra, ha affermato che sono necessarie risposte globali per salvaguardare il settore finanziario. "Potrebbero essere necessarie misure di separazione risolute".

Mersch in seguito ha affermato che "la BCE è pienamente in linea con le sue opinioni e abbiamo preoccupazioni simili". Ha presagito commenti recenti quando ha affermato che Bitcoin era "di gran lunga inferiore alle opzioni di pagamento esistenti".

Nel marzo 2018, Benoît Cœuré, membro del consiglio della BCE fino al 2019, ha co-scritto un articolo affermando che Bitcoin non era il futuro di una società senza contanti. "Quasi nessuno valuta i beni in bitcoin, pochi li usano per i pagamenti e, come riserva di valore, non sono migliori del gioco d'azzardo in un casinò", hanno scritto. "I politici sono giustamente preoccupati per gli abusi dei consumatori e degli investitori, nonché per l'uso illecito".

Cos'è la BCE?

La Banca centrale europea (BCE) è la banca centrale dell'UE. È responsabile della gestione della politica monetaria dell'UE e dei 19 membri dell'Unione europea che utilizzano l'euro. È anche una delle istituzioni finanziarie più influenti al mondo. L'attuale presidente della BCE è Christine Lagarde, una nota economista che ricopre la carica dal 2019. Le funzioni principali della BCE includono l'amministrazione della politica monetaria dell'UE. La fornitura di servizi finanziari agli Stati membri dell'UE e l'organizzazione di pagamenti e trasferimenti a livello di UE. Lavora anche per garantire la stabilità finanziaria nell'UE attraverso la regolamentazione delle istituzioni finanziarie in tutti i paesi membri.

Lagarde ha precedentemente consigliato a suo figlio di non scambiare criptovalute e ha detto che non le toccherà. "Mi piace mettere in pratica ciò che predico", ha detto a un pubblico durante il programma olandese College Tour. Il banchiere centrale ha precedentemente affermato che le criptovalute non si basano sul nulla. "Non esiste un asset sottostante che funga da ancora di sicurezza… Ho sempre detto che gli asset crittografici sono asset altamente speculativi e altamente rischiosi."

Una risposta prevedibile?

Per i Bitcoiners, l'ultima missiva della BCE contro la valuta digitale è l'ultima di una lunga serie di attacchi prevedibili. Pochi respingono l'affermazione secondo cui Bitcoin è un asset più rischioso rispetto alle valute fiat di alto livello del mondo, i sostenitori affermano che non hanno colto il punto. "Le risorse digitali auto-custodite come Bitcoin e la finanza decentralizzata potrebbero essere irrilevanti per intermediari centralizzati come banche, broker di borsa e processori di pagamento, che godono di una morsa sul sistema finanziario legacy", afferma Dennis Jarvis, CEO di Bitcoin.com "Tuttavia, per molte persone, Bitcoin e DeFi sono molto rilevanti perché sono la soluzione ai tanti problemi della finanza tradizionale”.

Altri hanno preso l'attacco della BCE come un segnale positivo. "Questo tipo di reazione da parte delle istituzioni economiche tradizionali è diventato abbastanza comune nel corso degli anni e, di fatto, di solito segnala l'inizio di un periodo di crescita per l'industria delle criptovalute", afferma Przemysław Kral, CEO di Zonda Global.

Un commentatore ha contestato l'affermazione secondo cui "Bitcoin è usato raramente per transazioni legali". In un thread su Twitter, il commentatore Joel John ha utilizzato un rapporto Chainalysis per concludere che solo lo 0,15% delle transazioni crittografiche era stato collegato ad attività criminali. Ciò è paragonabile al 5% per la valuta fiat. Se combinato con "gioco d'azzardo e truffe", quel numero è salito solo a circa il 3%.

"È più corretto affermare che le persone della BCE stanno facendo del loro meglio per rendere Bitcoin irrilevante, ma finora con scarso successo", afferma Lior Yaffe, co-fondatore di Jelurida. "Bitcoin è un apriporta e un caso di studio nell'economia decentralizzata, potrebbe non aver ancora realizzato il suo pieno potenziale, ma è certamente un indizio per le cose a venire."

Hai qualcosa da dire? Scrivici o unisciti alla discussione sul nostro canale Telegram. Puoi anche trovarci su Tik Tok , Facebook o Twitter .

Per l'ultima analisi di Bitcoin (BTC) di BeInCrypto , fai clic qui

Il post Bitcoin Is on the Road to Irrilevance, Says ECB è apparso per la prima volta su BeInCrypto .

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto