Vladimir Putin riflette sul vantaggio della Russia nel mining di criptovalute

TL; Rottura del DR

  • Vladimir Putin mette in evidenza il vantaggio della Russia nel mining di criptovalute
  • Il presidente vuole regolare lo spazio
  • La banca centrale russa vuole mettere al bando le criptovalute

Negli ultimi mesi, gli appassionati di criptovalute e i partecipanti hanno assistito con stupore alla Russia dibattere su come regolamentare le risorse digitali. Il paese è stato sottoposto a un'enorme pressione per mettere fuori gioco le risorse digitali e ciò che rappresentano. Tuttavia, una recente dichiarazione del presidente Vladimir Putin ha mostrato che la Russia potrebbe essere sull'orlo di un capovolgimento della fortuna per le criptovalute e i suoi partecipanti.

Vladimir Putin interviene nel dibattito sulla regolamentazione delle criptovalute

In un recente incontro virtuale con i vertici del governo russo, il presidente Vladimir Putin ha aperto la giornata per regolamentare lo spazio crittografico. Ha affermato che la Russia, tra gli altri paesi, ha una serie di vantaggi dalla loro parte in termini di estrazione mineraria e altri argomenti correlati. Il presidente ha parlato dell'abbondanza di elettricità prima di menzionare la massiccia popolazione a sostegno della sua causa.

Uno dei punti critici mostra che la Russia addebita quattro volte meno per l'elettricità rispetto al suo connazionale europeo, la Francia. Mentre la Russia riscuote alle famiglie $ 0,06 per KWh, la Francia addebita $ 0,2 per la stessa quantità di elettricità. Per le aziende, la Francia addebita un enorme $ 0,14 per kWh rispetto alla Russia, che si attesta a $ 0,08. Il presidente ha anche esortato la banca centrale a sedersi con il suo gabinetto e cercare una via da seguire per quanto riguarda le risorse digitali.

La banca centrale russa vuole mettere al bando le criptovalute

Nei giorni scorsi, la banca centrale russa ha proposto un leggero divieto alle attività delle criptovalute in tutto il Paese. La banca ha affermato che il mercato rappresenta una massiccia minaccia per il mercato emergente russo nel suo rapporto. Tuttavia, questa non è la prima volta che la banca mostra il suo disprezzo nei confronti degli asset digitali e del settore delle criptovalute. Il mese scorso, la presidente della banca, Elvira Nabiullina, ha affermato che il Paese non accoglierebbe con favore alcun investimento che andrebbe a favore della crescita del settore delle criptovalute.

Tuttavia, i massimi dirigenti del governo russo hanno chiesto un approccio più morbido al settore delle criptovalute nel paese. Il ministro delle finanze, sostenendo Vladimir Putin, afferma che le criptovalute possono essere regolamentate anziché vietate. Ivan Chebeskov ha osservato che un divieto di criptovalute porterebbe indietro il paese per quanto riguarda le tecnologie emergenti. Ha anche affermato che il paese deve consentire alle criptovalute di fiorire.

Allo stesso modo, Putin ha affermato che la banca centrale non ostacolerà i progressi del Paese sul fronte tecnologico. Nonostante abbia sostenuto le criptovalute, Putin ha anche evidenziato i pericoli che le risorse rappresentano per l'economia dei paesi. Anche se la banca centrale è contraria alle criptovalute, il suo rublo digitale, una risorsa digitale supportata dalla sua valuta nativa, è in lavorazione da un po' di tempo.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto