Oltre il 90% degli australiani ha sentito parlare di Bitcoin (sondaggio)

Secondo uno studio condotto da Independent Reserve, oltre il 25% degli australiani sono crypto HODLer.

Bitcoin rimane la valuta digitale più riconoscibile, poiché il 90,8% dei partecipanti ha ammesso di esserne a conoscenza.

Gli ultimi dati in Australia

La quota di australiani che possiedono criptovalute è leggermente diminuita rispetto alle cifre del 2021. Quasi il 29% dei locali era HODLer l'anno scorso, mentre la percentuale attuale è del 25,6.

Il ridotto interesse per il settore potrebbe essere una conseguenza del prolungato mercato ribassista che ha regnato per la maggior parte del 2022. La capitalizzazione di mercato globale delle criptovalute ha toccato i 3 trilioni di dollari nel novembre 2021, mentre al momento della stesura di queste righe aleggia intorno 850 miliardi di dollari.

Le risorse digitali rimangono più popolari tra i gruppi demografici più giovani. Oltre il 40% degli intervistati di età compresa tra 25 e 34 anni possiede alcune criptovalute. In confronto, meno del 10% di quelli sopra i 65 anni è salito sul carrozzone.

"Le persone di età compresa tra i 18 e i 54 anni credono che sia probabile che le persone e le aziende accettino ampiamente le criptovalute", si legge nello studio.

La consapevolezza delle criptovalute sembra essere alta tra gli australiani, con solo l'8% che ammette di non aver mai sentito parlare di valute digitali. Quasi il 91% è a conoscenza dell'esistenza di Bitcoin, mentre il 42,9% ha una certa conoscenza di Ethereum.

Dogecoin (DOGE), Ripple (XRP), Cardano (ADA), Solana (SOL) e Tether (USDT) sono le altre risorse digitali più famose nel Land Down Under.

E il prezzo futuro di BTC?

Gli intervistati che possiedono criptovalute erano molto più ottimisti sulla valutazione futura di bitcoin rispetto ai non HODLer. Solo il 5,60% dei primi pensa che BTC varrà $ 0 entro il 2030, mentre il 18,1% vede il trading di asset tra $ 100.000 e $ 250.000.

Il 28,4% degli australiani che non detengono partecipazioni in criptovalute ritiene che il prezzo di BTC si stia avvicinando a $ 0 e solo il 10,4% lo vede superare il traguardo di $ 100.000.

Un numero crescente di residenti vede BTC come una riserva di valore/oro digitale. Meno del 18% ha sostenuto questa posizione nel 2019, mentre la cifra è salita al 21% quest'anno.

Quasi il 30% dei partecipanti australiani ritiene che la principale valuta digitale possa essere considerata un asset di investimento. Circa il 25% nel 2021 e meno del 20% nel 2019 la pensava così.

Le criptovalute sono all'ordine del giorno del governo

Il partito laburista, che ha vinto le elezioni all'inizio di quest'anno, ha promesso di prestare particolare attenzione all'industria locale delle criptovalute.

L'amministrazione di Anthony Albanese ha affermato che l'applicazione delle regole sullo spazio è una "preoccupazione primaria", ma tale legislazione dovrebbe "lasciare spazio all'innovazione".

Il governo ha ribadito le sue intenzioni ad agosto, promettendo di analizzare quali risorse digitali sono le più popolari nel paese e di supervisionarle. Lo sforzo, chiamato "token mapping", dovrebbe avvenire entro la fine dell'anno.

I prezzi galoppanti in Australia potrebbero essere uno dei motivi per cui il partito al governo vuole concentrarsi sulle criptovalute. Come riportato di recente da CryptoPotato , il tasso di inflazione locale ha raggiunto il 7,3%, un record degli ultimi 32 anni, che ha innescato un aumento dell'appetito per bitcoin e altcoin.

Il post Over 90% of Australians Have Heard About Bitcoin (Survey) è apparso per la prima volta su CryptoPotato .

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto