Le azioni Voyager Digital crollano del 60% dopo aver annunciato il possibile default del prestito 3AC

Le azioni Voyager Digital crollano del 60% dopo aver annunciato il possibile default del prestito 3AC

Il broker di criptovalute Voyager Digital ha subito un crollo del 60% del prezzo delle azioni mercoledì dopo aver annunciato che l'hedge fund di criptovalute assediato Three Arrows Capital potrebbe andare in default su un prestito di $ 650 milioni.

Voyager Digital, con sede in Canada, ha annunciato di non essere in grado di valutare quanto 3AC con sede a Singapore, che ha recentemente dovuto affrontare richieste di margine da parte dei prestatori BlockFi e Genesis, sarà in grado di rimborsare. Ha richiesto a 3AC di pagare 25 milioni di dollari in USDC entro il 24 giugno 2022 e il saldo di USDC e bitcoin entro il 27 giugno 2022.

La società ha osservato che il mancato rispetto di entrambi i termini di pagamento costituirà un inadempimento e sta discutendo un possibile ricorso legale con i suoi consulenti.

Si dice che 3AC stia affrontando problemi di insolvenza

Martedì scorso, il CEO di 3AC Zhu Su ha inviato un tweet criptico apparentemente per dissipare i timori di liquidazione dopo che un utente di Twitter "MoonOverlord" ha notato che Zhu e il co-fondatore di 3AC Kyle Davies non avevano twittato per diversi giorni. MoonOverlord ha anche notato che Zhu aveva cancellato il suo account Instagram e aveva rimosso tutti i simboli di criptovaluta dalla sua biografia di Twitter ad eccezione del bitcoin.

Three Arrows ha anche ritirato 80.000 stETH, un derivato di ETH emesso da Lido finance per lo staking di ETH, dalla piattaforma DeFi AAVE. La società ha quindi scambiato 38.900 stETH con 36.700 ETH. Poiché il rapporto tra ETH e stETH è inferiore a uno a uno, gli esperti di mercato ritenevano che questo fosse un segno di problemi di liquidità.

Zhu ha poi twittato che erano "pienamente impegnati" a risolvere i problemi senza essere specifici.

La società si era bruciata le dita dopo aver investito $ 559,6 milioni nella stablecoin algoritmica Terra, che è crollata con il token gemello Luna all'inizio di maggio. Una significativa svendita di criptovalute non ha aiutato le cose.

Bankman-Fried estende un'ancora di salvezza alle aziende crittografiche sull'orlo del baratro

Il prestatore di criptovalute BlockFi ha annunciato martedì la firma di un term sheet che garantiva una linea di credito revolving da 250 milioni di dollari dall'exchange di criptovalute FTX dopo aver liquidato preventivamente il prestito di margine di 3AC, la cui garanzia era scesa sotto limiti accettabili.

Alameda Research, una società di trading quantitativo fondata da Sam Bankman-Fried, che funge anche da CEO di FTX, ha recentemente prestato a Voyager Digital 485 milioni di dollari in contanti, USDC e bitcoin. Voyager ha affermato che utilizzerà la linea di credito solo se necessario, mantenendo ancora circa $ 150 milioni in contanti e criptovaluta e $ 20 milioni destinati agli acquisti USDC.

Bankman-Fried si è detto felice di aiutare a arginare il contagio che attualmente affligge il mercato delle criptovalute.

Il 14 giugno, Voyager ha dichiarato in un thread di Twitter che la società dà la priorità ai fondi dei clienti e si astiene dall'offrire prestiti DeFi, staking e prestito di stablecoin algoritmici (potenzialmente un velato riferimento a TerraUSD) e non ha rapporti con stETH, un token crittografico al centro dei problemi di un altro prestatore Celsius che ha sospeso i prelievi dai suoi conti una settimana e mezzo fa.

Nonostante ciò, l'annuncio più recente di Voyager ha sollevato preoccupazioni da parte degli analisti di Compass Point Research & Trading sul fatto che i clienti potrebbero iniziare a prelevare fondi in massa, creando uno scenario di "corsa agli sportelli".

A marzo, il New Jersey Bureau of Securities ha emesso un ordine di cessazione e desistenza a Voyager, prendendo di mira il suo prodotto Voyager Earn.

Il prezzo delle azioni Voyager è sceso di oltre il 95% quest'anno fino ad oggi al momento della stampa.

Il post Voyager Digital Shares crolla del 60% dopo aver annunciato il possibile default del prestito 3AC è apparso per la prima volta su BeInCrypto .

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto