Le autorità brasiliane arrestano l’operatore dello schema Ponzi

Le autorità brasiliane hanno annunciato l'arresto di un operatore dello schema cripto Ponzi nel Paese. Il mercato continua a vederne di più nonostante le autorità di regolamentazione cerchino di liberare il settore da attività come questa. Secondo i dettagli del rapporto, le autorità hanno dovuto schierare più di 100 agenti in diverse località sospettate di essere il nascondiglio della rete. Il rapporto affermava che gli oltre 20 indirizzi saccheggiati erano collettivamente sotto il controllo di Francisco Valdevino da Silva.

Le autorità brasiliane hanno saccheggiato 20 indirizzi legati ai criminali

La dichiarazione ufficiale delle autorità brasiliane ha stimato in circa 760 milioni di dollari la cifra che gli autori hanno falsamente sottratto a commercianti ignari. Il rapporto afferma che, a parte le migliaia di residenti in Brasile che sono stati truffati, il gruppo ha ampliato le sue reti ai commercianti in più di 10 paesi in tutto il mondo. Il modus operandi del gruppo includeva mentire alle vittime dicendo che avrebbero guadagnato oltre il 20% sui loro investimenti al momento della registrazione.

Da Silva e i suoi compagni criminali hanno mentito alle loro vittime dicendo che avevano commercianti specializzati nel commercio e nel portare enormi profitti. Si dice anche che la rete criminale abbia mentito sulla sua risorsa digitale inventata. Le autorità brasiliane hanno affermato che, dopo le indagini, hanno scoperto che la crittografia non esisteva.

Gli schemi Ponzi continuano a devastare il settore

Secondo una stazione di notizie locale in Brasile, le autorità brasiliane hanno anche affermato che Da Silva e il suo gruppo hanno truffato diverse celebrità in tutto il paese. A parte i calciatori che hanno perso una parte dei loro guadagni a causa dell'impresa criminale, anche la figlia di una pop star, Sasha Meneghel, ha perso circa $ 230.000 a causa dei criminali. Il raid è stato etichettato come Operazione Poyais, un nome coniato dalla truffa portata a termine a Poyais, dove un truffatore ha venduto obbligazioni a un paese che non esisteva. Le autorità hanno iniziato a interessarsi al caso dopo che gli Stati Uniti hanno chiesto all'Interpol di fornire aiuto attraverso la sua sofisticata rete di polizia.

Il rapporto ha anche identificato alcuni membri della sua famiglia come membri di una banda e beneficiari dei proventi del crimine. Gli schemi Ponzi sono un aspetto che devasta continuamente l'intero mercato delle criptovalute. Alcuni mesi fa, la CFTC ha fatto guerra a un criminale facendogli causa in tribunale. Nei dettagli, si dice che il criminale abbia truffato ignari trader di Bitcoin per un valore di oltre $ 12 milioni. A parte questo, le autorità statunitensi hanno anche fermato una potenziale truffa che avrebbe preso di mira gli utenti in Sud America.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto