L’azienda cinese lancia il sistema di pagamenti stablecoin e CBDC

Un nuovo sistema di pagamento compatibile con stablecoin e CBDC è ora in fase di sviluppo da parte di una società cinese nota come Red Date Technology.

Cosa intende fare Red Date Tech con il sistema

Questo nuovo sistema fungerà da canale per le banche centrali per il trasferimento e lo scambio di criptovalute regolamentate, ed è stato recentemente annunciato al World Economic Forum di Davos, in Svizzera.

Il nuovo sistema, che funzionerebbe con il settore privato e sarebbe stato costruito da Red Date Technology, sarebbe noto come Universal Digital Payments Network (UDPN). Ciò sarebbe in contrasto con la rete concorrente Ripple, che serve principalmente le banche centrali.

Secondo il comunicato, una serie di importanti istituzioni finanziarie, tra cui HSBC, Deutsche Bank e Standard Chartered, sono state scelte per prendere parte alla fase di prova del progetto.

Le stablecoin utilizzate durante la fase di test sono segrete e non sono state rese pubbliche. Sulla base del white paper per l'UDPN, la rete accetterebbe solo CBDC e stablecoin regolamentati e supportati dalla valuta fiat come metodi di pagamento. Non accetterà criptovalute a catena pubblica incontrollate come Bitcoin.

Secondo il white paper del progetto, UDPN verrà lanciato con non una ma due distinte stablecoin e la commercializzazione pilota è prevista per la metà dell'anno.

Inoltre, ci saranno altri otto proof of concept test condotti sulla rete. Questi test includeranno cose come l'emissione e la circolazione di un CBDC, l'uso di UDPN come gateway di pagamento per l'e-commerce e così via. Tuttavia, l'azienda ha lavorato duramente alla creazione di UDPN per circa due anni a questo punto.

La Cina lancerà un mercato NFT nazionale

Questa notizia arriva tra l'entusiasmo per il mercato NFT cinese. Per la maggior parte dei due anni precedenti, gli NFT sono stati piuttosto popolari tra i trader in Cina; tuttavia, questa popolarità non ha assunto la forma che ha in altre parti del mondo.

Secondo le regole della Cina, i token non finanziari (NFT) non possono essere acquisiti utilizzando valute virtuali all'interno della nazione e i token stessi non sono indicati come NFT ma piuttosto come oggetti da collezione digitali.

La Cina ha annunciato poche settimane fa che avrebbe creato la sua prima piattaforma governativa di token non fungibili (NFT). Questo è l'ultimo spettacolo di adozione di una tecnologia che ha abitato un'area grigia legale all'interno delle leggi notoriamente dure del paese sulle criptovalute.

Secondo un articolo pubblicato dalla fonte di notizie statale cinese China Daily, la piattaforma sarebbe gestita da tre diverse organizzazioni, due delle quali finanziate dal governo e una delle quali è un'impresa privata. Queste organizzazioni sono China Technology Exchange, Art Exhibitions China e Huban Digital.

Cinese per "piattaforma di trading di asset digitali", lo scambio sarà utilizzato per qualcosa di più del semplice scambio di beni fisici; faciliterà inoltre la vendita e l'acquisto di copyright digitali e diritti di proprietà.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto