Il trading P2P di criptovalute in Corea del Sud raggiunge nuovi massimi mentre i regolatori discutono sulla tassazione

Il trading P2P di criptovalute in Corea del Sud raggiunge nuovi massimi mentre i regolatori discutono sulla tassazione

Il trading di criptovalute P2P ha raggiunto un nuovo massimo storico in Corea del Sud, come mostrano i dati di LocalBitcoins. Il salto nel commercio P2P arriva in un momento in cui c'è molta incertezza riguardo alla regolamentazione nel paese.

Il commercio peer-to-peer di criptovalute in Corea del Sud sta raggiungendo i massimi storici poiché i regolatori offrono alcuni commenti ambivalenti sulla regolamentazione. I dati di LocalBitcoins mostrano che nella prima settimana di novembre sono stati scambiati oltre 353 milioni di won coreani . Questo è un salto significativo rispetto ai volumi settimanali precedenti.

Volume degli scambi P2P sudcoreani: Coin Dance

Riflettere sulla tassa sulle criptovalute

Il crescente interesse per il trading P2P arriva mentre i regolatori stanno lavorando all'implementazione di un quadro normativo. La Corea del Sud, già uno dei principali governi per quanto riguarda la regolamentazione del mercato delle criptovalute, sta raddoppiando la sua offerta per prevenire qualsiasi attività illecita.

L'elevato volume P2P potrebbe essere il risultato di investitori che cercano di sfruttare al massimo il proprio capitale mentre i regolatori si abbassano. Rapporti recenti hanno indicato che c'è una certa confusione tra gli investitori a causa della mancanza di chiarezza sulla regolamentazione.

Uno dei problemi principali è l'implementazione della tassazione delle criptovalute . I funzionari della Corea del Sud hanno annunciato che avrebbe tassato la classe di attivi per un importo del 20%.

Ma ultimamente, i rapporti hanno suggerito che potrebbe esserci un cambiamento o un'abrogazione completa di questo schema di tassazione. La legge fiscale entrerà in vigore nel 2022, anche se non è chiaro quale forma specifica assumerà.

La regolamentazione NFT sta anche creando più confusione nel mix, poiché la Financial Services Commission (FSC) ha dichiarato all'inizio di novembre che non sottoporrà la risorsa speciale a tassazione. Tuttavia, in seguito, il vicepresidente dell'organizzazione ha affermato che sarebbero state previste disposizioni fiscali per le NFT.

L'incertezza incombe ancora

Al momento, non è chiaro come sarà esattamente il panorama normativo in Corea del Sud, data la mancanza di conclusioni finora. Il partito di opposizione sudcoreano ha contestato il regime fiscale e ha spinto per un rinvio al 2023, chiedendo un piano fiscale più generoso.

Gli scambi sono uno degli elementi principali del settore al microscopio, con il 2021 che ha visto l'invio delle prime certificazioni di conformità normativa . Diversi exchange hanno dovuto chiudere a seguito di un controllo normativo.

Allo stato attuale, non è chiaro quali saranno le specifiche della regolamentazione delle criptovalute. Tuttavia, è quasi certo che verrà implementato un quadro di riferimento, e resta da vedere se sarà o meno più rigoroso di quello degli investitori.

Il trading P2P di criptovalute post Corea del Sud raggiunge nuovi massimi mentre i regolatori discutono sulla tassazione è apparso per la prima volta su BeInCrypto .

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto