Il sindaco di Rio de Janeiro investirà l’1% del tesoro della città in Bitcoin

Eduardo Paes – sindaco di Rio de Janeiro – intende destinare l'1% del Tesoro cittadino in bitcoin. Se procede, la megapoli diventerà la prima città brasiliana ad acquistare la principale criptovaluta come riserva di valore.

Rio per salire sul carro di BTC

Il sindaco Eduardo Paes ha presentato i suoi piani alla Rio Innovation Week mentre discuteva l'argomento in una conferenza con il sindaco di Miami, amante dei bitcoin, Francis Suarez.

"Lanceremo Crypto Rio e investiremo l'1% del Tesoro in bitcoin", ha affermato Paes.

Il membro 52enne del Partito socialdemocratico brasiliano ha elogiato gli sforzi di Suarez per trasformare Miami in un hub di criptovalute. Quest'ultimo in precedenza si era detto disposto ad esplorare l'idea di mettere in bitcoin l'1% delle riserve del Tesoro della sua città.

Mentre Miami si è posizionata come il centro delle criptovalute degli Stati Uniti, Rio mira a diventare l'hub sudamericano per l'industria degli asset digitali, Paes ha affermato:

“Rio de Janeiro ha tutte le carte in regola per diventare la capitale tecnologica del Sud America. Eventi come la Rio Innovation Week rafforzano l'immagine della città come luogo perfetto per lavorare, vivere e innovare".

La possibile adozione di bitcoin è considerata un enorme passo avanti per lo sviluppo della criptovaluta primaria poiché Rio de Janeiro è il cuore finanziario del Brasile. La sua economia è anche una delle più grandi della regione dell'America Latina e tra le in più rapida crescita a livello globale.

In linea con l'investimento in bitcoin, il sindaco Paes sta cercando di fornire uno sconto del 10% sulle tasse se pagate nel principale asset digitale. L'anno scorso, il leader di Miami ha mostrato intenzioni simili dicendo che avrebbe consentito ai residenti di pagare le tasse in BTC invece che in dollari USA.

Eduardo Paè
Eduardo Paes, Fonte: RioOnWatch

I dipendenti del governo in Brasile riceveranno stipendi in BTC

Eduardo Paes non è il primo politico brasiliano a esprimere simpatia per la criptovaluta primaria. Nel novembre 2021, il deputato Luiz Goularte Alves ha proposto un disegno di legge per consentire ai lavoratori del settore pubblico e privato di essere pagati in bitcoin.

"Questa legge stabilisce che parte della retribuzione del lavoratore può, facoltativamente, essere effettuata tramite criptovalute", si legge nelle prime righe della proposta.

Secondo il disegno di legge, i dipendenti sarebbero in grado di scegliere quale percentuale esatta dei loro stipendi desiderano in criptovalute e quale in valute legali. Il datore di lavoro deve rispettivamente accettare la mozione proposta.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto