Gli utenti di Web3 faranno molto di più del semplice commercio di criptovalute: Ken Timsit di Cronos (intervista)

In una recente intervista con CryptoPotato durante l'EthCC 5 a Parigi, Ken Timsit, amministratore delegato della catena Cronos e Cronos Labs, ha delineato i vantaggi della rete rispetto ad altri concorrenti, ha parlato dell'attuale ciclo ribassista e di cosa sta facendo Cronos in preparazione per la prossima corsa al rialzo , il futuro di Internet e delle criptovalute e molto altro.

Cronos Chain vs. Crono Labs vs. Crypto.com

La catena Cronos è una rete blockchain relativamente nuova supportata dal popolare scambio di criptovalute – CryptoCom – che interagisce con l'ecosistema Ethereum e Cosmos. È alimentato da Ethermint, consentendo il porting di dapps e smart contract da Ethereum e catene compatibili con EVM.

Non ha un fondatore "perché è un progetto open source creato dalla comunità Cosmos che è stato successivamente preso da un team e messo in produzione", ha detto Timsit.

Essere supportati da CryptoCom significa che tutti gli utenti dello scambio possono operare sulla blockchain di Cronos, così come tutti i titolari di CRO (la criptovaluta nativa dell'azienda). Pertanto, Timsit ha stimato che il numero totale di utenti indirizzabili è di circa 50 milioni al momento di questa intervista.

Finora, però, solo un milione circa "ha migrato e creato un account sulla catena Cronos" e il numero di applicazioni di terze parti create sulla blockchain è di circa 300.

Cronos Labs, d'altra parte, funge da base per la promozione dell'ecosistema Cronos. Gestisce un programma Accelerator da 100 milioni di dollari, rilasciato a giugno, che mira a investire nelle prime startup crittografiche che probabilmente creeranno i progetti più innovativi su Cronos.

Tuttavia, Timsit ha sottolineato che il suo team non crede nei "giardini recintati" e incoraggia i candidati su Cronos a diventare anche multi-catena.

L'exec ha anche informato che non tutti i progetti che vogliono sfruttare il programma devono avere il proprio token nativo perché "spesso se si utilizzano solo NFT come risorse di gioco, solo avere NFT è sufficiente per creare un modello di business".

Quando si tratta di protocolli DeFi, tuttavia, Timsit ritiene che dovrebbero avere una moneta nativa poiché generalmente hanno molte parti interessate.

“Stai usando il token per assicurarti che ogni attore abbia i giusti incentivi per comportarsi nel modo in cui vuoi che si comporti. Quindi, ecco perché spesso i token sono utili per quel particolare motivo. Ma, da parte nostra, ciò che ci interessa davvero sono le applicazioni che trovano un modo per addebitare commissioni di transazione ai propri utenti o monetizzare il protocollo".

kentimsit_cronos
Ken Timsit, Crono. Fonte: Crono

Effetti di licenziamento recenti di Crypto.com

Alla domanda se le riduzioni del personale di Crypto.com abbiano avuto un impatto sui due progetti che guida, Timsit ha rassicurato che si tratta di organizzazioni separate, dicendo: "Cronos e Cronos Labs sono indipendenti da CryptoCom in termini di aziende ed entità".

Tuttavia, il dirigente ha ammesso di essere stato influenzato anche dal calo dei prezzi di mercato e dall'interesse degli utenti. Le strategie sono cambiate poiché spendere troppo in marketing non ha senso ora come faceva fino a diversi mesi fa.

Ha aggiunto che le transazioni giornaliere in questo momento sono comprese tra 100.000 e 200.000 sulla rete Cronos e avevano raggiunto il picco appena prima del crollo del mercato più recente a quasi 500.000.

Il Total Value Locked (TVL) ha raggiunto il picco di $ 5 miliardi, ma ora è sceso a $ 1,5 miliardi. Tuttavia, questo la rende la quinta catena EVM più grande, ha affermato Timsit.

"Fai molto di più del semplice scambio di criptovalute"

Con così tanti VC giganti che sostengono progetti emergenti dal gioco Web3 spesso elogiato e dalla verticale del metaverso, anche Timsit ha toccato l'argomento. Lo ha descritto come un regno virtuale che consente "l'autocustodia delle risorse e l'integrazione diretta con i contratti intelligenti".

“La nostra visione è che questo sia il futuro delle criptovalute. Quindi, per tutti coloro che attualmente fanno trading di criptovalute, acquistano e vendono criptovalute, crediamo che il prossimo passo per loro sia utilizzare i giochi DeFi e Web3 in modo che possano fare di più che scambiare criptovalute. Possono prendere in prestito e prestare beni che hanno significato e utilità in questi mondi virtuali; possono investire queste risorse in vari protocolli di generazione di rendimento".

Tuttavia, ha affermato che Web3 potrebbe raggiungere il suo pieno potenziale solo in ambienti "dove si hanno applicazioni compatibili e componibili tra loro, che è la forza dell'ecosistema EVM.."

Il post Gli utenti in Web3 faranno molto di più del semplice commercio di criptovalute: Ken Timsit di Cronos (intervista) è apparso per la prima volta su CryptoPotato .

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto