Crypto Fear Factor è esagerato, secondo Stablecoin Chief

Crypto Fear Factor è esagerato, secondo Stablecoin Chief

Il CEO di Frax Sam Hamidi-Kazemian ha rivelato perché i timori del pubblico sulle stablecoin e sul più ampio mercato delle criptovalute sono esagerati.

Parlando in esclusiva a Be[in]Crypto , Hamidi-Kazemian ha spiegato perché le possibilità che un'implosione in stile Terra si abbatta su un'altra stablecoin come Frax , USDC o DAI è quasi impossibile.

Il capo della stablecoin si è anche affrettato a riconoscere che, nonostante ciò, i danni causati dalla cattiva gestione di Terra e dal suo monumentale crollo potrebbero richiedere del tempo per guarire.

In un'ampia discussione abbiamo anche chiesto il parere di Hamidi-Kazemian sulla futura legislazione negli Stati Uniti che vedrebbe la Commodity Futures Trading Commission (CFTC) lottare contro il controllo normativo dalla Securities and Exchange Commission (SEC) e abbiamo scoperto come i cambiamenti potrebbero impatto sui fornitori di stablecoin in futuro.

Hamidi-Kazemian ci ha inoltre rivelato tre componenti della "trinità DeFi" e perché ogni compagnia nello spazio convergerà l'una sull'altra mentre gareggiano per catturarle tutte.

Sospesi i progetti Crypto CeFi

Per cominciare, abbiamo cercato di ottenere il punto di vista di Sam Hamidi-Kazemian sugli ultimi mesi che sono stati difficili per così tanti. Celsius , Voyager e numerosi altri progetti di finanza centralizzata (CeFi) hanno sospeso i prelievi come morsi invernali delle criptovalute, allungando il significato di parole come "temporaneo" e "pausa" fino al punto di rottura.

Con molte società di criptovalute e investitori in difficoltà, abbiamo invitato Hamidi-Kazemian a guardare indietro al primo domino della catena: Luna (UST) e Terra.

"Non credo che la maggior parte delle persone pensasse che qualcosa di così grande sarebbe crollato a zero", ha detto Hamidi-Kazemian. "C'erano sicuramente persone che dicevano che era insostenibile, e lo ringraziavano, ma c'erano molte grandi scommesse come 3AC [Three Arrows Capital] su Luna. C'è stata una grande sorpresa su come tutto è andato a zero, che l'ecosistema è andato 'puof' come se non ci fosse nient'altro che aria calda".

Quelle grandi scommesse, anche da 3AC, si sono rivelate pessime. Oggi, la stablecoin ancorata al dollaro di Terra è quasi priva di valore. L'assoluta profondità della calamità di Terra ha portato a più ampie incomprensioni sulle stablecoin, sul mercato e sulla possibilità di una ricorrenza.

UST non aveva risorse al di fuori dell'ecosistema

"UST era una stablecoin puramente algoritmica senza asset esogeni, a parte il Bitcoin che stavano cercando di acquistare nelle ultime settimane, ed era troppo tardi", afferma. "È andato letteralmente a zero e penso che ci sia questa psicologia di persone che pensano 'Cosa succede se USDC o Frax o DAI rompono, cosa succede se succede qualcosa come UST'?"

Secondo Hamidi-Kazemian, USDC o Frax o DAI potrebbero rompere il piolo, ma il fatto che detengano risorse esogene rende un disastro a livello Terra "letteralmente impossibile".

Anche così, le ricadute di Terra rimarranno con noi per un po' di tempo, “soprattutto con tutti i default dei prestiti CeFi come Voyager e Celsius. Devi lasciare che quei traumi guariscano. Lascia che i processi di fallimento passino e, si spera, le persone ottengano indietro i loro depositi. È un ambiente macro doloroso”, riconosce.

La speranza è davanti

Hamidi-Kazemian crede in un futuro molto luminoso per il mercato e parte di ciò dipenderà da una regolamentazione più chiara e da una migliore supervisione. La proposta di legge Lummis-Gillibrand , se dovesse passare, è un percorso verso un quadro migliore per la criptovaluta negli Stati Uniti

"Sono un grande sostenitore della legislazione Lummis-Gillibrand", afferma Hamidi-Kazemian. "Penso che sia molto ben fatto e penso che se passasse in qualcosa della sua forma attuale sarebbe un'enorme vittoria per l'industria delle stablecoin statunitense".

Oltre a fornire la guida che consentirebbe alle stablecoin di prosperare nel mercato statunitense, Hamidi-Kazemian ritiene che un altro vantaggio della legislazione sarà quello di strappare le criptovalute dalla morsa della Securities and Exchange Commission (SEC) e dare più potere al Commodity Futures Trading Commissione (CFTC).

“Penso che la cosa più preoccupante sia che c'è una specie di battaglia negli Stati Uniti tra la SEC e la CFTC. Penso che sarebbe fantastico se la CFTC avesse un maggiore controllo sulle risorse digitali… Spero che qualcosa come il disegno di legge Lummis-Gillibrand, che dà molto potere alla CFTC, prevalga".

Quanto a Frax, rispetterebbe la normativa nella sua forma proposta?

"Sì. Penso che Frax si conformerebbe", afferma Hamidi-Kazemian. "È un conto molto buono."

La trinità della cripto DeFi

Durante la nostra discussione abbiamo approfondito le più ampie forze di mercato nella DeFi e abbiamo appreso perché il settore tende a qualcosa che Hamidi-Kazemian chiama la trinità.

"Abbiamo questo punto di vista, penso che l'intero ecosistema DeFi stia tendendo verso questo concetto che chiamo la trinità, il che significa che tutta la DeFi è fondamentalmente un sistema a tre punti chiamato qualcosa come 'prestito, liquidità e stablecoin'".

Secondo Hamidi-Kazemian, "l'intero stack in tutti i diversi prodotti che vedi nella DeFi, sono solo diversi tipi di AMM [market maker automatizzati] o liquidità, prestito e leva come Compound e Aave e questi altri prodotti di prestito, e stablecoin come Frax e DAI."

Nel tempo i progetti DeFi colmeranno le lacune nelle loro offerte e "tutto andrà in questa direzione", cercando di catturare l'intero stack DeFi di prestiti, liquidità e stablecoin.

"Il che significa che se sei un'applicazione di prestito come Aave rilascerai una stablecoin e in seguito inizierai a sperimentare con gli AMM… se sei un AMM e ci arrivi dal lato della liquidità, vorrai rilasciare una stablecoin anche per catturare il livello di denaro.

Curve e Aave per lanciare le proprie stablecoin

Come sottolinea Hamidi-Kazemian, questo paradigma sta già emergendo davanti ai nostri occhi. Il CEO di Aave Stani Kulechov ha proposto il lancio di una stablecoin ancorata al dollaro (GHO) a luglio e la governance della comunità ha già risposto positivamente al piano.

Il fondatore di Curve Michael Egorov ha anche confermato che l'AMM lancerà presto una propria stablecoin. Frax è un altro giocatore DeFi che si sta muovendo rapidamente nella propria trinità.

"Stiamo effettivamente costruendo Fraxswap che è il nostro AMM nel protocollo, e poi Fraxlend che è il nostro sistema di prestito e leva all'interno dell'economia Frax".

Frax ha lanciato Fraxswap circa due mesi fa e l'AMM ha già guadagnato una trazione significativa con liquidità a nove cifre. BeInCrypto comprende che il lancio di Fraxlend è imminente e, come afferma Hamidi-Kazemian, "completa la nostra visione della trinità".

Il post Crypto Fear Factor è esagerato, secondo Stablecoin Chief è apparso per la prima volta su BeInCrypto .

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto