Secondo quanto riferito, le forze dell’ordine cinesi hanno sequestrato 1,7 miliardi di dollari di criptovalute

Sono emersi rapporti che indicano che i funzionari cinesi stanno tenendo d'occhio le attività di criptovaluta e stanno applicando strategie innovative per contrastare il riciclaggio di denaro in valuta virtuale.

"Una svolta importante"

Secondo l'emittente statale cinese CCTV (controllata dal PCC), il Ministero della Pubblica Sicurezza del Paese ha risolto 259 casi che coinvolgono il riciclaggio di denaro criptato. Ha anche sequestrato criptovalute per un valore di 11 miliardi di yuan, o quasi 1,7 miliardi di dollari, e ha definito l'ultimo sviluppo un importante passo avanti.

La Cina è stata cauta nei confronti delle nuove tecnologie, ma ha reso molto chiara la sua posizione anti-cripto. Spesso pubblicizzato come una delle repressioni più intense, i responsabili politici hanno vietato agli istituti finanziari di effettuare transazioni in criptovalute nel maggio 2021.

Il prossimo obiettivo era il mining di criptovalute domestico, che è aumentato lo scorso giugno. Tre mesi dopo, ha completamente bandito le criptovalute. Il governo della seconda economia più grande del mondo ha delineato l'impatto ambientale del mining di criptovalute e l'utilizzo della valuta digitale per frode e riciclaggio di denaro. Più di ogni altra cosa, la Cina è desiderosa di spingere la versione digitalizzata della sua valuta yuan.

Crypto mining obsoleto in Cina

Come parte dei suoi sforzi per aiutare a raggiungere gli obiettivi di picco di carbonio e neutralità del carbonio, la Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma della Cina ha recentemente concluso che il mining di criptovalute è "obsoleto" nel paese.

Obsoleto, qui, si riferisce alle iniziative esistenti a cui è vietato cercare investimenti e verranno gradualmente eliminate, il che si applica non solo alle imprese nazionali ma anche straniere in Cina.

Tuttavia, il documento pubblicato dall'agenzia statale non ha rivelato quando le attività minerarie saranno completamente spazzate via.

Allontanarsi da Crypto

La Cina potrebbe aver vietato le criptovalute, ma è desiderosa di espandere le capacità blockchain, NFT e Metaverse.

L'ultima a salire sul carro della NFT è stata Blockchain Services Network (BSN), una società cinese di blockchain sostenuta dallo stato. Ha rivelato i piani per lanciare un'infrastruttura che consenta agli utenti e alle aziende del paese di produrre, vendere e acquistare NFT.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto