Più sofferenza per i BTC in arrivo? I minatori non hanno ancora capitolato

C’è stata una crescente speculazione sulla capitolazione di un minatore Bitcoin poiché gli aumenti dell’hash rate rallentano, i costi operativi aumentano e il prezzo degli asset continua a scendere.

L'analista James Check ha valutato la pressione di vendita da parte dei minatori per determinare la gravità della svendita in un video del 21 giugno.

I minatori che vendono dopo un evento di dimezzamento e la riduzione del sussidio per blocco sono abbastanza normali, ha detto.

Ho visto alcune persone speculare sul fatto che i miner #Bitcoin stiano capitolando e sopprimendo il prezzo.

Quindi ho analizzato i numeri e analizzato la pressione sul lato vendita dei minatori attuali e antichi.

Ora in diretta per gli abbonati @_checkonchain . https://t.co/BqEd6tkokG

— _Scacco matto   ⚡☢ (@_Checkmatey_) 21 giugno 2024

Vendita di minatori Bitcoin

Check ha analizzato il multiplo di Puell, che viene calcolato dividendo il valore di emissione giornaliera di bitcoin per la media mobile di 365 giorni del valore di emissione giornaliera, per determinare che i minatori potrebbero non essere a un "livello estremo di stress, ma non stanno avendo anche un bel momento."

Se il mercato dovesse scendere ulteriormente da qui, probabilmente entrerebbero in capitolazione, ha detto prima di aggiungere, in questo momento sono semplicemente “in bilico sull’orlo”.

Ha anche identificato una "inversione del nastro di hash", che si verifica quando la media mobile a 30 giorni dell'hash rate scende al di sotto della media mobile a 60 giorni, segnalando un periodo di difficoltà in cui i miner più deboli devono disattivare gli impianti non redditizi.

Inoltre, il calo complessivo dell'hash rate è stato solo del 4%, il che non è enorme ed è inferiore rispetto ai precedenti periodi di stress dei minatori.

“È probabile che i minatori distribuiscano parte del loro tesoro, ma potrebbe non trattarsi di una svendita completa e totale, il che significa che potrebbero semplicemente restare a galla”.

"Questa non sembra una vera e dolorosa capitolazione del mercato ribassista", ha concluso.

In un post su X del 21 giugno, il collega analista Willy Woo ha commentato che il bitcoin si riprenderà quando "i minatori deboli moriranno e l'hash rate si riprenderà".

"Questo è da registrare nei libri dei record poiché ci vuole molto tempo prima che i minatori capitolino dopo l'halving", ha aggiunto prima di affermare che le iscrizioni ordinali probabilmente stavano aumentando i profitti.

Prospettive dei prezzi BTC

Bitcoin è sceso al minimo di cinque settimane di 63.550 dollari il 21 giugno, ma si è ripreso fino a recuperare 64.000 dollari durante le negoziazioni asiatiche di sabato.

L'analista "Don Alt" ha affermato che i mercati erano a un livello "fai o muori" nell'arco temporale settimanale prima di ribadire la sua posizione: "Non mi piace davvero il minimo della fascia di 60.000 dollari per un altro test".

Se questo livello venisse superato, BTC potrebbe scendere al livello di supporto successivo, ovvero 52.000 dollari. Ciò spingerebbe i minatori alla capitolazione, inducendo ulteriore pressione di vendita.

Il post Più sofferenza per BTC in arrivo? I minatori non hanno ancora capitolato sono apparsi per la prima volta su CryptoPotato .

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto